Prestito personale, come ottenerlo facilmente e più velocemente



Prestito personale, come ottenerli facilmente e più velocemente




Il prestito personale è un credito al consumo non collegato ad un acquisto specifico di un bene, che può essere un auto o uno smartphone, e che viene
erogato da banche o società finanziarie.
Il finanziamento di una determinata cifra dovrà essere restituito in base ad un piano di ammortamento.
Tale piano che varia a seconda del tasso di interesse ma soprattutto dal numero di rate che sono state scelte.
Negli ultimi anni la forma di pagamento a rate è stata quella più utilizzata dagli italiani.
Questo per via di una facilità nella gestione familiare ma anche per evitare di sborsare una somma di denaro in un’unica soluzione.

Prestito personale come funziona e cosa serve

Quando si chiede un prestito personale a differenza di un finanziamento per l’acquisto di un auto ad esempio, il rapporto è diretto tra il richiedente e
l’istituto che dovrà erogare i soldi.
Questo significa che la somma sarà versata direttamente a chi richiede e non in favore di un terzo come nel caso di acquisto di beni.
Infatti negli ultimi contratti  non è più obbligatoria la clausola in cui si  indicava la finalità del prestito.
In questo caso infatti non essendoci un bene di mezzo, l’istituto finanziatore si troverà più esposto poiché il bene che farà da garanzia non esiste, la macchina ad esempio, ecco perché in questo caso le garanzie da fornire possono essere maggiori.

Quindi, per accedere ad un prestito personale, occorre portare agli istituti bancari o alle finanziarie delle garanzie.
Ogni istituto bancario o finanziaria vorrà valutare la posizione del richiedente per tutelarsi e tutelare l’istituto stesso.
In questo caso è importante avere a disposizione una busta paga, una proprietà o un garante che possa garantire il richiedente.

La velocità dell’erogazione dei prestiti personali

Una delle caratteristiche più importanti di un prestito personale è senza dubbio la semplicità che hanno raggiunto le domande che oggi si possono fare anche direttamente online.
Inoltre la velocità dell’esisto della richiesta del prestito personale è molto veloce, siamo nell’ordine di 24/48 ore.
Infatti  i prestiti con erogazione veloce sono tra i più richiesti proprio perché è possibile ottenere liquidità nel più breve tempo possibile.
Oggi fortunatamente ci sono diversi istituti finanziari che hanno messo a punto dei prodotti anche per alcune categorie che fino a qualche anno fa erano precluse dal richiedere finanziamenti personali.
Oggi infatti è possibile accedere a prestiti personali anche a chi non ha una busta paga oppure richiedere prestiti personali per i cattivi pagatori,
per chi è stato segnalato presso le centrali rischi ma anche per chi è stato protestato a causa di un mancato pagamento di una cambiale o di un assegno.




Cosa serve per richiedere un prestito personale

Ottenere un prestito personale, come abbiamo visto, è molto semplice e negli ultimi anni anche molto veloce.
Se pensiamo a 10 anni fa ad esempio,i tempi che ci volevano erano di 15/20 giorni per ottenere una risposta sia positiva che negativa.
Dopo aver individuato la banca o la finanziaria in cui richiedere un prestito, è possibile procedere alla richiesta di finanziamento.
La richiesta può essere fatta sia in agenzia che online a cui dovrà seguire la presentazione dei seguenti documenti:

  • busta paga, cedolino della pensione o modello Unico per i liberi professionisti
  • il codice fiscale
  • il permesso di soggiorno nel caso di un cittadino extra UE
  • un documento di identità valido

L’assicurazione è obbligatoria?

In alcuni casi sia l’istituto bancario che la finanziaria potrebbero richiedere:

  • la documentazione di un eventuale altro prestito in corso
  • le ultime bollette del gas e della luce.

Inoltre è possibile richiedere l’assicurazione sul credito che, ricordiamo, essere una tutela sia per i familiari ma anche per chi richiede il prestito ma che non è obbligatoria.
In questo modo sicuramente il costo del finanziamento aumenterà ma sarete tutelati nel caso non foste più in grado di pagare, evitando di essere inseriti nella centrale dei cattivi pagatori con le pesanti conseguenze che ne derivano.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.