Saldo Imu 2017, conto alla rovescia per il pagamento della tassa



Saldo Imu 2017, conto alla rovescia per il pagamento della tassa




Manca ormai pochissimo al pagamento saldo Imu 2017. Il conto alla rovescia della seconda rata era fissata per il 16 dicembre ma c’è stata la  proroga Imu 2017 al 18 dicembre 2017.
A pagare il saldo Imu 2017 saranno circa 20 milioni di italiani che si troveranno a dover fare i conteggi Imu 2017.
Dal saldo Imu 2017 lo stato incasserà circa 10 miliardi di euro che si sommeranno a tutte le scadenze di dicembre 2017.

Saldo Imu 2017 cosa si deve fare

Ci sono diverse cose da ricordarsi e da controllare prima di effettuare il pagamento Imu 2017. Prima di tutto la cosa più importante è l’ aliquota Imu 2017. Le aliquote vengono costantemente controllate dai comuni di provenienza quindi è bene prima di procedere con i calcoli, effettuare un controllo per capire se nel comune non si siano stati aumenti e cambi.
Infatti può capitare che dopo la rata Imu giugno 2017 i comuni di appartenenza possano stabilire nuove aliquote e quindi cambiare notevolmente gli importi da versare. Nel caso questo fosse avvenuto nel vostro comune è bene controllare perché bisognerà effettuare un conguaglio Imu 2017 oltre l’importo già versato a giugno.
Ricordiamo che il 18 dicembre si dovrà pagare anche la Tasi 2017, ma che non dovrà essere pagata dai proprietari di prima casa. Dovranno pagare invece la Tasi tutti i proprietari di immobili di lusso.

Calcolo imposta Imu 2017, meglio un commericalista on un Caf

Per quanto riguarda il calcolo Imu 2017 è possibile effettuarlo da soli ma consigliamo di avvalersi di un professionista. Di solito è bene scegliere un commercialista oppure rivolgersi ad un Caf.
Ovviamente se dovessimo fare da soli non ci sarebbe la tutela in caso di errore importo Imu 2017 anche se è possibile recuperare su internet diversi software che ci permettono di calcolare la tassa.

Esenzioni pagamento Imu e Tasi 2017

Come lo scorso anno le prime case sono esentate dal pagamento di queste due tasse. Va inoltre ricordato che tutti gli immobili che rientrano nelle categoria A1, A8 e A9, case di lusso, ville e castelli rientrano nei pagamenti Imu e Tasi.
Importante sapere che acquisiscono e sono equiparati a prima casa anche le case assegnate al coniuge in caso di separazione o divorzio, tutti gli stabili rurali adibiti a coltivazione agricola, i terreni agricoli e montani.
Infine per una corretta compilazione ecco i codici tributo Imu 2017 per pagare il saldo che dovrà essere fatto con il modello F24 Imu 2017:




  • 3912 per le aree fabbricabili
  • 3918 altre costruzioni
  • 3925 immobili ad uso produttivo
  • 39 30 immobili uso produttivo al comune

Per i codici Tasi 2017:

  • 3958 abitazione principale e pertinenze
  • 3959 edifici rurali
  • 3960 aree fabbricabili
  • 3961 altre costruzioni



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.