Assicurazione vita a capitalizzazione, che cos’è?



Assicurazione vita a capitalizzazione, che cos’è?




Fare un’ assicurazione vita è conveniente sotto molti punti di vista. Ci sono varie tipologie di assicurazione da considerare prima di scegliere quella che fa al caso nostro. Ad esempio, l’assicurazione vita a capitalizzazione è una fra le tante opzioni. Risulta conveniente non solo economicamente parlando, ma anche perché l’assicurazione vita a capitalizzazione non considera la vita del contraente ma un periodo determinato di tempo. Vediamo nello specifico in cosa consiste l’assicurazione vita a capitalizzazione.

Versamenti dell’ assicurazione vita a capitalizzazione

Sostanzialmente, l’assicurazione sulla vita a capitalizzazione necessita di un versamento che verrà poi conservato per un determinato periodo. Questo significa che la somma verrà accumulata per un tempo specifico e verrà poi restituita alla persona in questione, indipendentemente dalle cause della cessazione della polizza.

Infatti, il capitale accumulato viene restituito non per cause di morte del contraente, ma semplicemente
perché termina il contratto. Si può quindi definire l’assicurazione vita a capitalizzazione un semplice
accumulo di denaro che verrà poi ritirato al termine (analogamente a come succede con i buoni
fruttiferi postali, ad esempio).

Detto questo, la vita di colui che si sottoscrive all’assicurazione sulla vita a capitalizzazione non
influisce sull’investimento e sulla consegna del capitale a termine del contratto
. Viene chiamata
comunque “assicurazione vita” in quanto i processi di accumulo di denaro sono praticamente i soliti.




Il premio annuale

Nello specifico, le assicurazioni vita a capitalizzazione comprendono un versamento sotto forma di
premio annuale (versando una volta l’anno), premio in un’unica soluzione (versando una sola volta per
tutto il contratto) o a premio unico ricorrente (il versamento è periodico).

In sintesi, quand’è che conviene pensare ad un’assicurazione sulla vita a capitalizzazione? Quando non
si ha strettamente bisogno di considerare la vita del contraente e si può investire per un periodo di
tempo determinato, per poi riscuotere la somma accumulata al termine del contratto.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.