Legge di Bilancio 2019, la pace fiscale che cos’è



legge di bilancio 2019 pace fiscale




La pace fiscale è una delle novità previste a seguito della approvazione della Legge di Bilancio 2019. E’ una misura che consentirà a molte famiglie italiane di ottenere “la pace” con il Fisco italiano. Nello specifico la pace fiscale implica la chiusura di tutte le liti fiscali, tributarie, contenziosi, accertamenti, saldo e stralcio, una sorta di maxi condono delle Cartelle Equitalia.

Legge di bilancio 2019, il condono Equitalia

In particolare, per le Cartelle di Equitalia fino a 1000 euro emesse tra il 2000 e il 2010 ci sarà il condono totale con la conseguente cancellazione del debito. Invece, per le Cartelle di Equitalia emesse dal 2000 al 2017, ci sarà la rottamazione ter senza interesse, sanzioni e aggio. A proposito della rottamazione ter, a partire dal 2020, le rate per i contribuenti passeranno da 10 a 18 e dunque questi pagheranno il 10% dell’importo entro il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre.

Per il 2019, invece, la rate saranno due (entro il 31 luglio e il 30 novembre).

In realtà, il governo ha chiarito che più che condono si tratta di una rottamazione delle cartelle per tutti coloro che hanno dichiarato tutto ma che per difficoltà economiche non sono riusciti a pagare IRPEF, INPS, IVA o altre imposte. Grazie alla pace fiscale, potranno così pagare solo una piccola parte del debito e chiudere la lite con il fisco.

In particolare, le persone fisiche o società potranno pagare il proprio debito in base a tre scaglioni:




  • 16% per chiunque abbia un I.S.E.E. inferiore a 8.500 euro;
  • 20% per chiunque abbia un I.S.E.E. tra gli 8.501 e i 12.500 euro;
  • 35% per chiunque abbia un I.S.E.E. tra i 12.501 e i 20.000 euro.

Questo importo va pagato in un’unica volta oppure in rate per massimo 5 anni.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.