Fondo di garanzia prima casa, chi può richiederlo



fondo di garanzia chi può richiederlo




Il Fondo di garanzia prima casa è quel fondo istituito dallo Stato che mira a concedere delle garanzie sui mutui a chiunque si accinga a sostenere la spesa di acquisto della prima casa. Ma non solo: il Fondo garantisce anche i mutui per coloro che vogliano ristrutturare o compiere dei lavori di efficientamento energetico per ridurre i consumi energetici della prima casa.

Come funziona il fondo di garanzia

Tale garanzia sui mutui richiesti alla banca è del 50% (massimo) per una quota capitale massima di 250.000 euro. Può richiedere le agevolazioni derivanti dal Fondo di garanzia prima casa chiunque abbia i seguenti requisiti:

  • si tratti di acquisto, ristrutturazione o accrescimento di efficienza energetica della prima casa;
  • chi richiede il mutuo non sia proprietario di immobile ad uso abitativo (ad eccezione di quelli derivanti da successione anche se in comunione con altri successori oppure immobili in comodato d’uso da parte di genitori o fratelli);
  • l’immobile si trovi in Italia;
  • l’immobile non rientri nelle categorie catastali di lusso, cioè A1 (abitazioni di tipo signorile), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici);
  • l’immobile non abbia una superficie superiore ai 95 metri quadrati.

Un’altra iniziativa per agevolare l’acquisto della prima casa è quella del tasso agevolato mutui prima casa 2019. Questo tasso agevolato è inferiore rispetto al tasso effettivo globale medio ed è rivolto alle coppie che abbiano un’età inferiore ai 35 anni.

In particolare, è essenziale che:

  • almeno uno dei due componenti abbia meno di 35 anni;
  • si tratti di una famiglia formata da un solo genitore con almeno un figlio minore a carico;
  • si tratti di giovani under 35 con un contratto di lavoro atipico.

Quindi, le coppie che vogliano acquistare una nuova casa potranno avere delle agevolazioni sui mutui
per l’acquisto della prima casa per una spesa non superiore ai 250.000 euro oppure dei tassi agevolati.






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.