Carta di credito clonata, si può chiedere il risarcimento?



Carta di credito clonata, si può chiedere il risarcimento?




Carta di credito clonata? E’ possibile chiedere il rimborso? In questo articolo cercheremo di chiarire il tutto dandovi anche alcuni consigli su come utilizzare la carta di credito al meglio per evitare rischi. Ai tempi d’oggi utilizzare carte di credito è una pratica che giornalmente eseguono milioni di persone in tutto il mondo per acquistare online. Ogni anno vengono registrate moltissime transazioni. E con l’aumento dell’uso delle carte aumentano anche i casi di clonazione.

Cosa fare se la carta di credito è stata clonata

Bloccare immediatamente la carta di credito, chiamando al numero che l’emittente della vostra carta mette a disposizione per domandare il blocco della carta. Fate denuncia alla polizia, la denuncia è di vitale importanza perchè servirà per domandare rimborso delle somme addebitate tramite un apposito modulo da compilare e consegnare all’emittente della vostra carta.

La carta clonata per non peggiorare la situazione dev’essere bloccata o sostituita come una nuova di zecca.




La banca rimborsa se mi hanno clonato la carta?

Per fortuna è possibile riavere indietro tutte le somme che vengono prelevate in modo non autorizzato dopo il blocco. Per questo se vi rendete conto che la vostra carta è stata clonata da malintenzionati domandare il blocco è la cosa più importante da fare.

In caso di clonazione della propria carta il titolare ha quasi sempre il diritto di essere rimborsato. Quasi sempre perché se la banca riesce a dimostrare effettivamente che la clonazione è avvenuta perché il titolare della carta non ha tenuto accuratamente i dati e la carta non si ha nessun rimborso.

Tempi rimborso addebiti carte di credito

Bisogna sapere che in caso di clonazione della propria carta di credito, le banche garantiscono il rimborso di ogni addebito non autorizzato entro un tempo massimo di due settimane. Ovviamente la banca deve fare gli accertamenti del caso ma rimborserà comunque il cliente con l’apposizione della condizione salvo il tutto fili per il verso giusto. Questo vuol dire che i soldi sono da subito disponibili, tramite accredito sul conto corrente associato alla carta di pagamento.

Carta di credito persa? Scopriamo come agire

Nel caso avete perso la carta di credito, bisogna contattare il Call Center della propria banca per richiederne una nuova. Successivamente dovrete sporgere denuncia dai carabinieri o dalla polizia e solo cosi potrete riattivare una nuova carta recandovi nuovamente al vostro istituto bancario di fiducia.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.