Ditta individuale con dipendenti, quanto costa l’INPS?



Ditta individuale




Chi decide di aprire una ditta individuale, deve tener conto anche dei costi che verserà annualmente per la previdenza, ossia per il sistema pensionistico che lo Stato o gli altri enti garantiscono al cittadino. Si tratta dei contributi INPS che un imprenditore deve versare allo Stato.

Ditta individuale, i contributi INPS

Grazie a questi contributi, ogni cittadino gode della pensione alla fine della propria attività lavorativa (ovviamente se i contributi sono stati versati in maniera corretta e continuativa): infatti, l’importo dei contributi varia in base al reddito e al tipo di ditta individuale aperta. Molti professionisti che vogliono aprire una ditta individuale possono far riferimento alle Casse previdenziali interne ai propri Ordini professionali (si tratta di avvocati, giornalisti, medici e così via) altrimenti si dovrà far riferimento all’INPS e, eventualmente, alla sua Gestione separata.

Infatti, come lavoratore in proprio e come titolare di una ditta individuale, si dovranno pagare da sé i contributi INPS ai fini pensionistici: bisognerà aprire una posizione previdenziale ed il costo minimo dei contributi INPS sarà di circa 900 euro ogni tre mesi (ovviamente al crescere dei proprio guadagni aumenterà anche la somma da versare all’INPS). I contributi INPS non vengono pagati nel momento in cui si costituisce l’impresa, ma alla scadenza del primo anno fiscale, quando si riceve una comunicazione da parte dell’istituto.

Il titolare di una ditta individuale, infatti, deve versare per l’iscrizione Gestione commercianti ed artigiani INPS circa 4000 euro di contributi fissi su un reddito minimale di circa 15710 euro. Una volta superato questo reddito minimo, si verseranno ulteriori contributi in forma percentuale con un’aliquota del 27,72% circa (fino a giungere alla soglia ulteriore di 42000 euro, oltre la quale si pagherà di più). Le ditte individuali che utilizzano il regime forfettario, invece, beneficiano di una riduzione del 35% dei contributi INPS complessivamente dovuti






Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.