Carta di debito e carta di credito, che differenze ci sono?



Carta




Sebbene siano ancora molte le persone ad utilizzare i contanti (soprattutto anziani o coloro che hanno diffidenza degli strumenti di pagamento elettronici), moltissime altre persone si avvalgono di carta di debito e carta di credito per effettuare i propri pagamenti (in negozio o online) e molte altre operazioni.

Spesso però si fa confusione fra carta di debito e carta di credito ma in realtà i due strumenti sono molto diversi fra loro. La prima deve essere ricaricata per effettuare operazione, spesso il bonifico verso Postepay o altre carte simili ha delle tempistiche quindi calcolate bene i giorni.

Vediamo quali sono le differenze.

Una carta di debito è uno strumento di pagamento collegato ad un conto corrente, con cui è possibile fare acquisti online o nei negozi, prelevare dagli ATM, ricaricare telefoni cellulare e molto altro.

Si chiama carta di debito perché, quando si effettua un pagamento, le spese vengono detratte immediatamente dal conto corrente.




Una carta di credito, invece, ha un meccanismo diverso perché, per effettuare i pagamenti, si prende in prestito denaro ad ogni acquisto e i soldi vengono detratti in un momento successivo rispetto a quando è stata effettuata la transazione (in genere entro i 30 giorni).

Quindi di fatto permette di effettuare transazioni anche quando non si dispone di denaro contante. Inoltre è possibile anche rimborsare i pagamenti attraverso delle rate (in questo caso si parla di carta di credito revolving).

Un’altra differenza è che le carte di debito si ottengono di norma più facilmente: basterà infatti possedere un conto corrente e richiedere la carta per poterla utilizzare immediatamente.

Le carte di credito, invece, non vengono rilasciate a chiunque ma solo a quei soggetti verificati dalla banca o dall’intermediario finanziario.

Però hanno il vantaggio di poter effettuare pagamenti anche quando non si dispone di denaro contante, a differenza di quanto accade per le carte di debito (con cui, se non ci sono fondi, non è possibile effettuare la transazione).

Di contro, però, hanno un canone annuo da pagare più alto rispetto a quello richiesto per le carte di debito.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.