Polizza vita 2018, quale sono le migliori in questo momento



Polizza vita 2018, quale sono le migliori in questo momento




Tutti ormai siamo abituati ad avere a che fare con le polizza vita 2018, in genere queste sono una forma d’investimento vantaggioso, oltre che una sorta di tutela per eventuali e malaugurati problemi. Prima di tutto però è bene sapere che cos’è una polizza vita e come funziona.

In genere la polizze vita contratto garantiscono la restituzione del capitale impiegato, poiché in caso contrario costituiscono ordinari contratti d’investimento. Con la riqualificazione di una polizza in strumento finanziario, inoltre, non vengono meno solo i vantaggi fiscali, ma si verifica anche un ulteriore, rilevante effetto di natura extra fiscale: la pignorabilità e la sequestrabilità della polizza, al pari di ogni altro strumento finanziario.

Polizza vita 2018 contratto: quale scegliere

Scegliere la polizza vita migliore non è semplice, anche perchè il mercato offre un’infinità di
opportunità. Questo se, ovviamente, ci concede maggiori possibilità, dall’altro lato ci mette in difficoltà
rispetto a quale sia la scelta più conveniente.

Ogni polizza vita contratto offre un determinato tipo di percentuale di rendimento. Ad esempio la
polizza offerta da generali concede un rendimento del 3%. Per un investimento di 10mila euro dopo 10
anni avremo circa 13mila euro.




Estremamente competitiva la polizza vita alleanza, che può avere una durata compresa tra i 5 e i 47
anni e viene alimentato da premi costanti che possono essere versati ogni mese oppure con cadenza
bimestrale, trimestrale e così via fino al pagamento annuo.

E’ possibile usufruire, inoltre, delle detrazioni polizza vita. In particolare sono quelle spese che possono essere sottratte dalla dichiarazione dei redditi 730 e Redditi ex Unico, al fine di ridurre l’imposta Irpef dei contribuenti.

Le detrazioni polizza vita, in generale, sono del 19% se la polizza vita consente determinate caratteristiche: la durata del contratto non sia inferiore ai 5 anni, il contratto non preveda la concessione di prestiti per il periodo di durata minima, che il contratto non preveda la possibilità di recesso da parte della compagnia di assicurazione

 


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.