Assicurazione cane quale compagnia scegliere



Assicurazione cane quale compagnia scegliere




Avete mai sentito parlare dell’assicurazione cane? Quale fra le tante è la miglior compagnia tra cui scegliere? Scopriamolo insieme.

La legge – art. 2052 del Codice Civile – è molto chiara a riguardo: il proprietario di un animale a quattro zampe è il responsabile numero uno di tutti i danni che vengono causati da parte dell’animale, sia quando è in sua custodia, sia nel caso fugga o si perda. Come agire dunque?

Le opzioni in questo caso sono due ed entrambe sono estremamente valide. Se ci si vuole tutelare solo per danni che il cane provoca a terzi può bastare sottoscrivere una semplice polizza di responsabilità civile. Se, invece, la copertura si vuole estendere anche a spese mediche – nel caso gli animali si ammalino o si facciano male – serve stipulare un’apposita assicurazione che ovviamente costerà di più.

Come scegliere Scegliere la polizza assicurativa adatta al proprio animale?

Una copertura più che soddisfacente dovrebbe coprire tutti i seguenti servizi:




  • Responsabilità civile in caso di danni a terzi;
  • Furto o smarrimento;
  • Morte per incidente;
  • Sacrificio in caso di malattia terminale o incidente con danni consistenti;
  • Assistenza telefonica non stop;
  • Assistenza veterinaria completa;
  • Ricovero in ospedale o assistenza in caso di intervento chirurgico o altre patologie;
  • Spese di sepoltura.

Consigli per scegliere l’assicurazione per animali domestici

Sono davvero tante le assicurazioni valide ad oggi presenti in circolazione. Per aiutarvi abbiamo selezionato degli ottimi suggerimenti che vi daranno una mano a scegliere una buona assicurazione per il vostro cane:

  • Cercate di confrontare le coperture e i vari servizi che vengono messi a disposizione di ogni assicuratore. Non sono tutti uguali e serve analizzare a fondo la questione;
  • Analizzate e verificate con attenzione la garanzia in caso di responsabilità civile per danni in caso di terzi o incidenti;
  • Rispettate alla lettera i vari requisti affinchè la polizza sia idonea: fascia d’età, identificazione con microchip, vaccinazione, sverminazione aggiornata e identificazione della razza dell’animale;
  • Infine controllate la copertura scelta, facendovi queste domande: l’assicurazione è valida solo nel proprio paese? Può essere estesa anche al di fuori dell’Italia in tutta Europa? Sarà possibile avere l’assicurazione in caso di viaggi internazionali o in un altro continente?

Non esiste dunque una assicurazione migliore di un’altra. La scelta, prendendo in considerazione i consigli menzionati sopra, è personale e spetta a voi.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.