Carta di credito bloccata, chi chiamare



Carta di credito bloccata, chi chiamare




La vostra carta di credito è stata bloccata e siete nel panico più totale? Dovete sapere che la banca può in qualunque momento sospendere, o bloccare, la carta di credito in vostro possesso per evitare problematiche. L’assistenza tempestiva rientra nella valutazione della scelta della carta di credito giusta da tenere.

I casi che portano al blocco o sospensione della carta di credito sono diversi e ora qui sotto li vedremo insieme.

Ecco perché la banca può bloccare la carta di credito

La banca ha il potere di bloccare la carta di credito ad esempio perchè il saldo del conto corrente associato alla carta è negativo. In questa circostanza per riabilitare nuovamente la carta di credito basterà riportare il saldo in positivo. Tempo massimo 2 giorni lavorativi e la carta di credito tornerà funzionante al 100%.

La carta di credito in proprio possesso può essere bloccata o sospesa anche se vengono superati i massimali. Oppure viene bloccata perchè il circuito della carta di credito ha ritenuto una operazione non valida/sospetta.




Magari un pagamento fatto all’estero, in qualche posto dove il rischio di clonazione è particolarmente elevato. La carta di credito clonata d’altronde può portare a grossi rischi.

Oppure semplicemente ha ritenuto che eravate in una zona differente da quella dove è stata fatta l’operazione. Tutto può succedere ma al tempo stesso per fortuna esistono le soluzioni per risolvere il problema.

Carta di credito bloccata, persa o sospesa: ecco come fare per riattivarla

Chi chiamare se la carta di credito è stata bloccata? Come riavviarla? Semplice, bisogna contattare direttamente il Call Center della propria banca e richiederne l’attivazione. Ma tenete bene a mente che in base al tipo di blocco, di solito nel giro di due giorni la carta di credito torna operativa.

Nei casi maggiormente più gravi serve sostituire la carta di credito e i tempi si allungano di parecchio.

Utilizzare carta di credito è semplice ma fatelo con i giusti principi seguendo le regole della propria banca.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.