Raccomandata postale, che cos’è



Raccomandata postale, che cos’è




Che cos’è nello specifico una raccomandata postale? Cosa c’è da sapere a riguardo? Oggi vi parleremo delle raccomandate, di come compilarle, di qual è il loro costo e che cosa includono. Ci sono dei motivi specifici per cui si ricorre alla raccomandata: spesso, c’è anche il simbolo “ar”, ovvero con ricevuta di andata e di ritorno. Di solito, inviamo una raccomandata quando dobbiamo avere la certezza legale che la posta sia stata recapitata. Infatti, farà fede la data in cui è stata consegnata e la firma del destinatario.

Raccomandata postale: che cos’è nello specifico?

Nel momento in cui inviamo una raccomandata, dobbiamo avere con noi una busta chiusa. In fondo, in basso a destra, scriveremo il nome e l’indirizzo del destinatario. Il mittente, invece, si scrive in alto a sinistra.

Dopodiché, dopo avere compilato la nostra raccomandata, potremo seguire la spedizione sul servizio Dove e Quando. Poste Italiane, infatti, ci permette di rintracciare la raccomandata in ogni situazione.

Dovremo solo andare sul loro sito, cliccare su Dove Quando e inserire i dati. Possiamo spedire la raccomandata sia nell’ufficio postale, sia con il metodo online. Per inviarla online, dovremo collegarci anche in questo caso al sito delle Poste Italiane.




Info sulle raccomandate: costo, dicitura e avviso

Possiamo pagare la raccomandata online con l’addebito sul conto posta, con la carta di credito o con la Postepay. La raccomandata più veloce è quella con dicitura 1: quest’ultima arriverà in 24 ore dall’invio e ha un costo di circa 6,40 euro. Nel caso in cui voleste la prova di consegna, il costo salirà a circa 9,43 euro.

C’è inoltre un limite massimo di peso per ogni raccomandata, che non dovrebbe superare i 2 kg. Non si possono spedire con le raccomandate né soldi né oggetti preziosi. La raccomandata a/r significa raccomandata con avviso di ricevimento.