Compro oro, come funzionano   



Compro




In giro per le nostre città è sempre più frequente vedere aperti negozi di compro oro. In effetti, sono tante le persone che per un motivo o per un altro decidono di vendere i propri oggetti fatti in oro (o altri metalli, come l’argento) per ricavarne un gruzzoletto. In realtà c’è anche chi decide invece di investire nell’oro come forma di risparmio.

Vediamo come funzionano

I compro oro sono dei negozi che acquistano e vendono oro e materiali preziosi (oro, argento, platino) dai privati sulla base delle quotazioni stabilite dalle borse internazionali.

I compro oro accreditati e che possono operare, sono quelli che rispettano la legge e che sono iscritti all’OAM (Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi).

Dunque quando si vuole dare via un proprio oggetto prezioso, è necessario assicurarsi che il negozio al quale ci si sta rivolgendo, sia iscritto all’OAM. Una volta scelto il negozio compro oro accreditato, un operatore si occuperà di valutare l’oggetto, ed in particolare la caratura, utilizzando un lentino e una bilancia professionale.




Una volta formalizzata e concordata la valutazione, si procede al controllo dei gioielli in oro attraverso verifiche chimiche. Dopo la valutazione, il negozio compro oro dovrà richiedere un documento in corso di validità del soggetto che sta vendendo l’oro e raccogliere i dati in un archivio protetto.

Dovrà richiedere delle firme a conferma

Dovrà richiedere delle firme a conferma dell’accettazione della valutazione e sull’informativa della privacy, rilasciando sempre regolare ricevuta di tutte le operazioni eseguite, indicando il compenso concordato erogato e in quale forma è avvenuto il pagamento.

Il pagamento dell’oro avviene immediatamente in contanti oppure con bonifico o assegno.

Infine, sempre per professionalità e per rispetto della legge, i negozi compro oro sono soggetti a controlli da parte delle FFOO, sull’oro che viene ritirato e registrato.

Stando alla legge, infatti, l’oro deve essere tenuto in giacenza obbligatoria per 10 giorni prima di essere mandato in fonderia.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.