Bonus verde, manutenzione ordinaria e lavori in economia esclusi



Bonus verde, manutenzione ordinaria e lavori in economia esclusi




Uno dei bonus 2018 che in molti stavano aspettando era senza dubbio il bonus verde 2018, un aiuto per chi intendeva svolgere lavori di sistemazione delle aree verdi in zone scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari ma anche pertinenze e recinzioni.
Alcuni chiarimenti  però arrivano da Telefisco 2018, la convention organizzata da Il sole 24 ore. La novità è che i lavori di manutenzione ordinaria e quelli fatti in economia non rientreranno nel bonus verde 2018.

Bonus Verde 2018, no a chi fa lavori in ecomonia

Il bonus verde 2018 prevede una detrazione fiscale del 36% delle spese effettuate fino al 31 dicembre 2018, la soglia del budget è di 5000 euro per ogni unità immobiliare e vale per i lavori atti a sistemare o ripristinare un’ area verde.
La norma scritta nella legge di bilancio 2018 prevede che con area verde si intenda una zona di un edificio in cui ci saranno piantumazioni di alberi e arbusti, la riqualificazione del prato, escluso tappeti erbosi a scopo di lucro ad esempio quelli sportivi, il restauro di giardini recuperati ma anche quelli a livello storico e artistico.

Oltre al verde è inserito nel bonus anche tutta una serie di lavori che serviranno alla manutenzione
ordinaria come impianti di irrigazione e pozzi. Durante Telefisco 2018 è arrivata la precisazione che
tutti gli addetti del settore aspettavano, quella riguardante la manutenzione ordinaria che di fatto non
rientra
nel bonus verde 2018.
Inoltre su tutti i lavori fatti in economia e cioè svolti dallo stesso proprietario non sarà previsto un bonus verde 2018 quindi se si acquisterà un robot tagliaerba non potrà essere inserito nel bonus verde annuale.

Da specificare ad esempio che i lavori eseguiti dovranno avere come scopo finale un rinnovamento
dell’area verde
in pratica se viene effettuato un taglio di alberatura perché servirà ad una
modernizzazione dell’area allora rientrerà in un intervento straordinario e quindi detraibile, nel caso
contrario la potatura o il taglio stesso senza nessuna modifica al giardino è da considerarsi come
manutenzione ordinaria e quindi esclusa dal bonus verde 2018.






1 Trackback / Pingback

  1. Ristrutturazione casa, da dove si cominciano i lavori?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.