Fattura elettronica, ecco cosa serve per farla: la piattaforma online



Fattura elettronica, ecco cosa serve per farla: la piattaforma online




La parola fattura elettronica potrebbe non dire molto agli italiani, ma gli stessi dovranno imparare a conviverci. Si tratta di una delle più importanti novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018, prima di tutto è bene sapere quando entrerà in vigore la fatturazione elettronica.

Per essere in regola con il fisco e il pagamento tasse per qualsiasi vendita di beni o prestazione di servizi, dovrà essere emessa fattura elettronica. L’obiettivo di tale introduzione, com’è immaginabile, è quello di combattere il fenomeno dell’evasione fiscale, uno dei problemi principali dell’intero paese.

A partire dal prossimo 1° gennaio 2019, quindi, i residenti in Italia, stabiliti e identificati nel territorio dello Stato, nel caso in cui cedessero beni o offrissero un qualche servizio, dovranno procedere ad emettere la fattura elettronica. Sono esonerati da tali disposizioni solo i soggetti che operano in regime di vantaggio e coloro che applicano il regime forfettario.

Fattura elettronica: come farla?

Molti sono rimasti interdetti quando hanno letto che dovranno emettere fattura elettronica in
particolare perchè non hanno, comprensibilmente, le competenze per poterlo fare.




Proprio per dare sostegno a chi è in difficoltà a portare a compimento questa nuova pratica che ci
saranno degli intermediari appositamente preposti per la trasmissione delle stesse, che saranno inviate
e catalogate attraverso la piattaforma online di interscambio istituito dal Ministero dell’economia e delle finanze.

La fattura elettronica dovrà essere prodotta entro l’ultimo giorno del mese successivo alla cessione del
bene o alla fornitura del servizio

Ovviamente la responsabilità per la cessione del bene o la prestazione del servizio restano a carico del
soggetto che li effettua. Per rimanere in regola con il pagamento tasse e il fisco dovremo prendere
presto confidenza con questa nuova pratica.

L’unica eccezione è rappresentata dalla cessione di benzina o gasolio utilizzati come carburanti per motori.
In questo caso l’obbligo di emettere fattura elettronica è anticipato al prossimo 1° luglio.

 

 


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.