Aprire la partita iva agevolata: a cosa serve?



Aprire la partita iva agevolata: a cosa serve?




Come fare se si desidera aprire la partita Iva? È possibile aprirla con un regime agevolato? Nella sostanza, è possibile. Con la nuova legge emessa dal Jobs Act nel 2015, esiste il cosiddetto regime forfettario che permette di avere una tassazione minore e di non applicare l’iva sulle fatture quindi è bene prima di fare dei passi falsi conoscere tutto quello che c’è da sapere sulla partita iva agevolata.

Naturalmente, questo è possibile se si raggiunge una soglia di reddito che rimane al di sotto dei 30.000 euro annui (50.000 se si è imprenditori). Nel caso che si sfori tale soglia, si dovrà passare verso un regime ordinario. Vediamo, nello specifico, come poter usufruire al meglio di questo tipo di partita Iva agevolata.

Partita Iva e regime forfettario

Innanzitutto, è opportuno sapere che con il regime forfettario si ha una tassazione del 5% per i primi 5 anni. Passati i 5 anni, si avrà una tassazione del 15%. Da notare che con il regime forfettario non si necessita di iscriversi alla Camera di Commercio se si è liberi professionisti.

Per accedere al regime è inoltre necessario rispettare alcuni requisiti. Nello specifico, i compensi degli anni precedenti non devono essere superiori alla soglia massima annua, le spese dell’anno precedente per i lavoratori dipendenti devono essere inferiori ai 5000 euro ed il costo complessivo per i beni strumentali non deve superare i 20.000 euro.




Vantaggi fiscali del regime forfettario

Come accennato in precedenza, la tassazione è minore rispetto al regime ordinario. Inoltre, con il regime forfettario si è esclusi dall’applicazione dell’Iva sugli studi di settore e non si ha nessun obbligo di tenere registri Iva (su vendite e acquisti). Da notare inoltre che con il regime forfettario non si risulta soggetti a ritenuta d’acconto e non si è sostituti d’imposta.

Per tutti i lavoratori autonomi e liberi professionisti che desiderano aprire una partita Iva, le agevolazioni che può portare il regime forfettari sono notevoli. Soprattutto per i primi anni d’attività, le tasse da pagare saranno minori e fino a quando si rispetta la soglia di reddito annuo stabilita, si può rimanere nel regime forfettario senza particolari problemi.

 


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%