Rottamazione cartelle, in vista una possibile proroga



Rottamazione cartelle, in vista una possibile proroga




Gli ultimi periodi della burocrazia italiana stanno affrontando un argomento piuttosto delicato, ovvero la rottamazione cartelle esattoriali di Equitalia. In cosa consiste questa rottamazione? Nella sostanza, è un condono che permette a molti di estinguere i propri debiti con una singola tassa imposta dall’Agenzia delle Entrate.

Tuttavia, si sono verificati alcune piccole problematiche durante la presentazione della domanda tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate stessa. In concreto, molti non sono riusciti ad entrare sul sito per presentarla a causa di rallentamenti probabilmente dovuto a un intasamento eccessivo.

Per questo motivo, è girata la voce di una presunta proroga per la domanda per la rottamazione cartelle. Ancora non si ha una data specifica, ma sembra che, soprattutto con l’anno nuovo, ci sarà una nuova data per presentare la domanda.

Possibile proroga per la rottamazione cartelle

Attualmente, le uniche informazioni concrete a nostra disposizioni riguardano la Legge di Bilancio 2017 che ha permesso di far entrate in vigore leggi apposite per quanto riguarda la rottamazione delle cartelle esattoriali e della conseguente pace fiscale che è stata attuata nel 2018.




Fino ad oggi hanno potuto aderire alla pace fiscale 2018 tutti coloro che sono riusciti a presentare la domanda entro e non oltre il 15 maggio 2018, mentre molti sono rimasti fuori dalle liste a causa di ritardi “telematici” all’interno del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Quindi cosa fare se si desidera presentare la domanda per la rottamazione cartelle? Bisognerà aspettare un po’ di tempo per capire se, effettivamente, una vera e propria data per la proroga verrà resa pubblica. Una speranza può esser portata dalla prossima pace fiscale 2019 che, considerando gli eventi accaduti, potrebbe portare miglioramenti e permettere a chi non è riuscito a presentare domanda di usufruire della rottamazione cartelle.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.