Green economy e casa, cosa si può detrarre dalla spese 



Green economy




Sempre più persone sono sensibili alle tematiche della sostenibilità ambientale e della Green Economy: purtroppo, le risorse della Terra sono limitate e i continui sprechi, oltre che l’impatto ambientale, possono andare a ledere il nostro ecosistema.

Green economy ed efficientamento energetico

Ecco perché, sia dai privati cittadini che dalle aziende, vengono poste in essere attività come il riciclo, la raccolta differenziata o interventi di efficientamento energetico. Proprio dal punto di vista dell’efficientamento energetico, sono tante le operazioni per poter rendere la propria casa sostenibile: questa si rivela non solo una scelta intelligente per impattare di meno sull’ambiente e per risparmiare ma anche per beneficiare delle detrazioni fiscali.

Infatti, la Legge di Bilancio 2019 ha previsto delle detrazioni di imposta per gli interventi che mirano all’efficienza energetica e alla riduzione dell’inquinamento: la misura di tali detrazioni può arrivare, addirittura, fino all’80-85%.




Quali interventi effettuare

In particolare, gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici con i quali si può beneficiare delle detrazioni, fanno riferimento a quelli che comportano:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti e finestre comprensive di infissi);
  • l’installazione di pannelli solari;
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

La detrazione fiscale

L’importo della detrazione va dal 50% al 70% o 75%, se gli interventi riguardano tutto il condominio. La detrazione diventa dell’80% o 85%, se gli interventi vengono realizzati negli edifici che appartengono alle zone sismiche. Le detrazioni vengono ripartite in 10 rate annuali di pari importo. Si può beneficiare delle detrazioni fiscali anche se si pongono in essere interventi di ristrutturazione edilizia come:

  • interventi di manutenzione straordinaria e ordinaria;
  • opere di restauro e risanamento conservativo;
  • interventi di ricostruzione e ripristino di immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi;
  • interventi di bonifica da amianto;

interventi finalizzati alla cablatura degli edifici, al contenimento dell’inquinamento acustico o al conseguimento del risparmio energetico.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.