Bonifico estero, le commissioni sono più alte?



Bonifico estero




Un bonifico estero permette il trasferimento di denaro da un Paese ad un altro, attraverso uno scambio interbancario (cioè fra istituti bancari che si trovano in Paesi diversi).

Esistono due metodi per trasferire denaro a livello internazionale:

1- SWIFT (Society of Worldwide Interbank Financial Telecommunication), che può essere utilizzato per i bonifici esteri a livello internazionale, in diverse valute.

2- SEPA (Single Europe Payments Area), un sistema che consente, a persone ed imprese, di effettuare trasferimenti di denaro in euro in tutta Europa.

I bonifici esteri effettuati nell’ambito dell’area SEPA costano come un bonifico nazionale mentre i bonifici di tipo SWIFT hanno dei costi più elevati.




In particolare, per i bonifici esteri SWIFT in uscita, le banche italiane applicano generalmente:

  • una commissione fissa di circa 10 o 20 euro;
  • una commissione variabile, espressa in percentuale, il cui importo dipende dalla somma di denaro da trasferire;
  • una maggiorazione per il tasso di cambio valuta.

I costi di un bonifico estero

Ad ogni modo, i costi di un bonifico estero dipendono anche dall’opzione di trasferimento scelta:

  • opzione SHA, quando le spese vengono divise tra ordinante e beneficiario in base a quanto richiesto dalla propria banca;
  • opzione OUR, quando le spese vengono sostenute solo dall’ordinante che, dunque, pagherà anche quelle richieste dalla banca ricevente;
  • opzione BEN, quando le spese vengono sostenute solo dal beneficiario che pagherà anche le commissioni per l’invio del bonifico dovute alla banca dell’ordinante.

Per quanto riguarda i bonifici esteri in entrata, invece, le spese vengono sostenute sia dall’ordinante del bonifico sia dal beneficiario.

Ricevere un bonifico dall’Italia è gratuito così come anche riceverlo da un Paese che appartiene all’area SEPA.

Per quanto riguarda i bonifici SWIFT in entrata, invece, ogni istituto di credito può decidere di applicare o meno commissioni.

Anche in questo caso, si può scegliere una delle tre opzione: quella SHA costa, in genere, 20 euro mentre la BEN può costare molto di più (soprattutto se entra in gioco la banca intermediaria)


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.