Dichiarazione dei redditi, quali saranno le nuove scadenze?



Dichiarazione dei redditi




L’emergenza Coronavirus ha modificato le date delle scadenze fiscali fra cui quella di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Scadenza di presentazione del modello 730

Infatti, la scadenza di presentazione del modello 730 per la dichiarazione dei redditi di dipendenti e pensionati passa a fine settembre e non più al 23 luglio; inoltre, il modello precompilato (sia per il 730 che per il Modello Redditi) non sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate a partire dal 15 aprile, come accade solitamente, ma dal 5 maggio. A partire dunque da questa data, sarà possibile modificare la dichiarazione dei redditi relativa al 2019, da soli oppure recandosi presso un CAF, oppure trasmetterla senza modifiche entro la nuova scadenza del 30 settembre.

Da questa nuova data, cambiano anche le scadenze di presentazione del 730 tramite CAF:

  • entro il 15 giugno, per le dichiarazioni presentate entro il 31 maggio;
  • entro il 29 giugno, per le dichiarazioni presentate dal primo al 20 giugno;
  • entro il 23 luglio, per le dichiarazioni presentate dal 21 giugno al 15 luglio;
  • entro il 15 settembre, per le dichiarazioni presentate dal 16 luglio al 31 agosto;
  • entro il 30 settembre, per le dichiarazioni presentate dal primo al 30 settembre.

Ad ogni modo, la proroga delle date di scadenza non cambia il calendario dei rimborsi IRPEF poiché le somme a credito derivanti dalla dichiarazione dei redditi verranno rimborsate normalmente dal primo mese utile successivo a quello di presentazione della dichiarazione.




A partire dal 2020, ci sono anche novità circa la dichiarazione dei redditi:

  • sparisce il modello cartaceo del 730;
  • il modello 730 può essere utilizzato anche dagli eredi delle persone decedute nel 2019 (o entro il 23 luglio 2020);
  • per quanto riguarda le detrazioni, l’importo massimo per le spese di istruzione è stato aumentato ad 800 euro;
  • per chi ha figli a carico di età inferiore a 24 anni, il limite di reddito complessivo per essere considerati tali viene aumentato a 4000 euro.

Il termine di presentazione del modello Unico, invece, è il 30 novembre 2020.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.