Mutuo casa, a cosa serve la perizia della banca



Mutuo casa




Per l’acquisto di una casa, molto spesso si richiede l’erogazione di un mutuo. Va detto, però, che questo non viene concesso indistintamente a tutti: la banca, infatti, effettua un’attenta indagine sulla documentazione che il richiedente rilascia all’istituto di credito al fine di valutare se la situazione reddituale e il carico familiare del richiedente siano idonei per l’erogazione del mutuo.

Mutuo, la certezza del rientro della cifra

Infatti, la banca deve essere certa che il soggetto richiedente possa onorare il proprio debito e riuscire a pagare le rate.

Tuttavia, questa non è l’unica indagine che effettua la banca: c’è anche la perizia immobiliare che serve per valutare se l’immobile per cui è stato richiesto il mutuo, vale quel dato investimento.

Con la perizia immobiliare viene quindi stabilito il valore reale dell’immobile.




La perizia immobiliare funge anche da garanzia per la banca in quanto, in caso di insolvibilità da parte del soggetto che ha richiesto il mutuo, l’istituto di credito può rivalersi sull’immobile per il proprio credito.

La banca, dunque, nomina un perito (un professionista abilitato e iscritto ad un Ordine Professionale come geometra, ingegnere o architetto) che, sulla base delle caratteristiche dell’immobile e determinati parametri, dovrà darne un valore.

Alla perizia devono essere allegati dei documenti

Alla perizia devono essere allegati dei documenti inerenti alla proprietà e alla storia catastale, vale a dire:

  • l’atto di provenienza dell’immobile che permette di verificare le informazioni sulla proprietà, la legittimità urbanistica ed edilizia dell’immobile ed eventuali modifiche apportate alla struttura durante il corso degli anni;
  • la documentazione di tipo catastale che attesti l’adeguata registrazione catastale della proprietà, l’eventuale presenza di ipoteche pendenti sull’immobile, se sono state effettuate modifiche strutturali e se queste sono state correttamente registrate e la planimetria ufficiale dell’immobile;
  • i documenti che attestano le legittimità urbanistico-edilizia dell’immobile per valutare se l’immobile è stato costruito prima del 1967 e se disponeva delle autorizzazioni necessarie.

In genere, per ricevere la perizia di una casa o di un appartamento si potrebbe dover aspettare fra i 5-10 giorni: in generale, comunque, non è un’operazione che richiede troppo tempo.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.