Vacanze degli italiani: quanto sono costate



Vacanze




Nonostante l’incertezza del Covid, alcuni italiani hanno deciso comunque di trascorrere le loro vacanze vicino casa (il cosiddetto turismo di prossimità) oppure spostarsi in altre città italiane. La cosa certa è che tra le spese per le vacanze e per l’inizio della scuola settembre è uno dei mesi più pesanti per le spese familiari. Questo è avvenuto soprattutto nella seconda parte dell’estate: il picco per quanto riguarda le vacanze, infatti, si è registrato dopo la seconda decade di luglio.

Vacanze una spesa che grava sul bilancio familiare

L’incertezza ha fatto rimandare le prenotazioni delle vacanze di molte persone fino all’ultimo. Tante persone invece non sono potute partire perché durante il lockdown avevano terminato i giorni di ferie a propria disposizione; altre non l’hanno fatto perché spaventate dal virus. Infine, tante altre hanno preferito non fare nessuna vacanza proprio perché il lockdown le ha portate ad una situazione di ristrettezza economica.

Quindi, a partire sono stati pochi italiani (un terzo) anche se le vacanze quest’anno sono state piuttosto costose. Questo perché c’è stato un rincaro nei prezzi per quanto attiene gli alloggi, i ristoranti e gli stabilimenti balneari. In particolare, gli italiani hanno speso quest’anno in media circa 680 euro a persona.

Tra le spese sono da considerare quelle per gli hotel (o per gli alloggi in genere) che sono risultati molto più costosi rispetto agli altri anni. Un’altra spesa da inserire è quella per gli ombrelloni in spiagge private (un ombrellone e due lettini per una settimana, sono costati anche più di 400 euro a famiglia).




Infine, da non dimenticare anche le spese per il cibo e per i ristoranti: mangiando in quattro, le famiglie hanno speso anche più di 200 euro. Le vacanze più scelte sono state quelle per rilassarsi (al mare o in montagna, principalmente).

A seguire, le vacanze per raggiungere e ricongiungersi con i propri cari. Infine, le vacanze naturali e quelle culturali (le meno scelte dell’anno).

Insomma, i postumi dell’emergenza Coronavirus si sono visti proprio perché a partire sono stati molti meno italiani rispetto alle scorse estati.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.