Legge di bilancio 2021, i punti principali



Legge di bilancio




Il 2020 sta per volgere al termine e con l’arrivo del nuovo anno sono già diverse le indiscrezioni sulla Legge di bilancio 2021 che entrerà in vigore dal primo gennaio. I provvedimenti contenuti nella Legge di bilancio 2021 prendono ovviamente in considerazione l’attuale situazione di emergenza presente in Italia a causa dell’epidemia di Coronavirus.

I principali punti della legge di bilancio

I punti principali, infatti, hanno l’obiettivo di sostenere la ripresa economica a seguito dei tanti effetti negativi che proprio l’epidemia di Covid-19 ha generato.

Fra i punti principali c’è infatti il sostegno alle attività produttive più colpite dall’emergenza Coronavirus, fra cui anche quello del turismo mediante il Fondo impresa femminile.

Inoltre sono previste le proroghe:

  • della moratoria sui mutui
  • dello stop ai licenziamenti
  • della cassa integrazione Covid (per altre 12 settimane).

Un altro punto importante è quello che riguarda l’occupazione giovanile e femminile con la previsione di sgravi fiscali e l’incremento del Fondo sociale per l’occupazione.




La Legge di bilancio prevederà ovviamente anche la riforma fiscale, l’assegno unico per i figli (esteso anche ai lavoratori autonomi ed agli incapienti e che entrerà in vigore a partire dal primo luglio 2021), il Bonus bebè e asilo nido e il congedo di paternità.

Come già si vociferava da tempo, è prevista anche la proroga delle detrazioni fiscali per quanto riguarda i Bonus Casa, vale a dire quelli di cui possono beneficiare coloro che effettuano interventi di efficientamento energetico e ristrutturazione edilizia nonché l’acquisto di mobili ed elettrodomestici in fase di ristrutturazione.

Sono previsti poi sostegni alle imprese attraverso il Fondo di garanzia PMI e le misure per il Mezzogiorno (come il credito di imposta).

A partire dal primo luglio 2020 è stato sostituito il vecchio Bonus Renzi di 80 euro con il Bonus derivante dal taglio del cuneo fiscale del valore di 100 euro al mese per i lavoratori con redditi compresi tra 8174 euro e 28000 euro e del valore di 20 euro per i lavoratori con redditi fino a 24600 euro.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.