Gennaio 2021, riparte la macchina fiscale



Gennaio




L’inizio di gennaio 2021 segna la ripartenza della macchina fiscale: in particolare la data X è il 15 gennaio 2021, quella in cui sono previste le scadenze di molti adempimenti fiscali. La notizia è che con molta probabilità sarà prevista la pace fiscale 2021 per permettere a chi è in difficoltà di rimettersi in paro.

Cosa presentare

Scade proprio in questa data il termine per effettuare l’annotazione dell’ammontare dei corrispettivi e dei proventi (relativi al mese di dicembre 2020) conseguiti nell’esercizio di attività commerciali, per le associazioni senza scopo di lucro, le associazioni sportive dilettantistiche e le pro-loco.

Inoltre, scade il termine per il versamento del saldo 2020 dell’imposta municipale (Imu) con ravvedimento breve.

Dovrà essere pagata una sanzione ridotta e interessi moratori (0,01% dall’1 gennaio 2021; 0,5% dall’1 gennaio 2020), calcolati giorno per giorno.




Un’altra scadenza è quella per l’eventuale versamento con ravvedimento breve sia dell’Iva a debito relativa al mese di novembre 2020 sia delle ritenute alla fonte operate nel mesi di novembre 2020.

Sempre il 15 gennaio 2021 scade il termine per l’annotazione del documento riepilogativo delle fatture emesse e ricevute che abbiano un importo inferiore a 300 euro.

Nel documento vanno riportati i numeri delle fatture, l’ammontare imponibile e l’IVA, distinti in base all’aliquota.

Sempre con riferimento alle fatture, scade il termine per emettere e registrare le fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di dicembre 2020. 

È necessario che la cessione risulti da documento di trasporto o di consegna, che deve contenere queste informazioni:

  • numero progressivo
  • data di consegna o spedizione della merce
  • generalità del cedente, del cessionario e del trasportatore
  • descrizione della natura, qualità e quantità (solo in cifre) dei beni ceduti
  • causale del trasporto se diversa dalla vendita.

Il documento di trasporto può anche essere spedito entro la mezzanotte del giorno in cui viene effettuato il trasporto.

Infine, sempre il 15 gennaio è l’ultimo giorno entro cui i sostituti d’imposta possono effettuare la comunicazione ai lavoratori dipendenti ed ai pensionati della disponibilità a prestare l’assistenza fiscale nel 2021.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.