Decreto sostegni bis, in arrivo altri 1000 euro per le Partite IVA    



Decreto




Con il Decreto sostegni bis sono entrate in vigore nuove forme di sostegno ai lavoratori che hanno riscontrato maggiormente difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus.

Sono in arrivo altri 1000 euro per le Partite IVA

Sono in arrivo, infatti, altri 1000 euro per le Partite IVA, per i quali sono stati stanziati 20 milioni di euro per il 2021.

Si tratta, in particolare, di un contributo a fondo perduto per le start up e le imprese che abbiano attivato la Partita IVA nel 2018. 

Queste categorie, infatti, sono rimaste escluse dagli altri aiuti economici per aziende e professionisti (vale a dire il Bonus fino a 150 mila euro), in quanto non possessori dei requisiti per poterne fare domanda (come quello della perdita di fatturato pari ad almeno il 30%  nel 2020 rispetto all’anno precedente).




Ma quali sono i requisiti per poter ottenere il bonus da 1000 euro per le Partite IVA?

  • aver attivato la Partita IVA tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2018;
  • aver iniziato l’attività d’impresa nel corso del 2019, in base alle risultanze del Registro delle imprese tenuto presso la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura;
  • aver ottenuto un fatturato non superiore a 10 milioni di euro per il 2019;
  • essere residenti o stabiliti in Italia

Per fare richiesta del contributo a fondo perduto di 1000 euro per le Partite IVA bisognerà seguire le indicazioni stabilite da un prossimo decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze.

Probabilmente, però, le modalità di richiesta del bonus saranno simili a quelle seguite per richiedere il bonus Partite IVA e professionisti, vale a dire che la domanda sarà telematica e potrà essere presentata all’Agenzia delle Entrate:

  • accedendo al canale telematico Entratel/Fisconline raggiungibile dal sito dell’Agenzia Entrate o alla piattaforma web Sogei (accessibile dallo stesso tramite il portale Fatture e Corrispettivi, nella sezione Contributo a fondo perduto)
  • effettuando l’accesso con lo SPID (Sistema Pubblico dell’Identità Digitale), la CIE (Carta di Identità Elettronica), la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) oppure Entratel.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.