Contributi a fondo, i nuovi aiuti alle partite IVA



Contributi




L’emergenza Coronavirus ha messo a dura prova tante famiglie e tanti lavoratori. Nel Decreto Sostegni Bis sono in arrivo nuovi contributi a fondo perduto per tutti i titolari di Partita IVA che svolgono attività d’impresa, arte o professione, e per gli enti non commerciali e del terzo settore.

I soldi stanziati

Per raggiungere tale obiettivo sono stati stanziati più di 15 miliardi di euro.

I nuovi aiuti alle Partite IVA valgono sia per coloro che hanno già beneficiato dei contributi a fondo perduto del Decreto Sostegni, sia per coloro che non ne hanno beneficiato.

L’importante è che i ricavi o compensi percepiti non siano superiori a 10 milioni di euro e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 sia inferiore almeno del 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.




Il contributo che percepiranno si calcola applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1°aprile 2020 al 31 marzo 2021 e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.

In particolare spetta:

  • il 90% delle perdite, per soggetti con ricavi e compensi non superiori a 100 mila euro;
  • il 70% delle perdite, per soggetti con ricavi o compensi superiori a 100 mila euro e fino a 400mila euro;
  • il 50% delle perdite, per soggetti con ricavi o compensi superiori a 400 mila euro e fino a 1 milione di euro;
  • il 40%, per soggetti con ricavi o compensi superiori a 1 milione di euro e fino a 5 milioni di euro;
  • il 30%, per soggetti con ricavi o compensi superiori a 5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro.

L’importo del contributo non può essere superiore a 150 mila euro.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.