Autovelox, cosa succede se non comunichiamo i dati del conducente



assicurazione




Per chi riceve una multa che preveda la decurtazione dei punti dalla patente (ad esempio per eccesso di velocità rilevato con un autovelox) vige l’obbligo di comunicare i dati del conducente, cioè di colui che in quel momento ha commesso la violazione.

Questa comunicazione va fatta entro 60 giorni

Questa comunicazione va fatta entro 60 giorni dal momento in cui si è commessa l’infrazione e va inviata all’organo che ha accertato la violazione (Polizia municipale, Polizia stradale, Carabinieri), per posta con raccomandata A/R o a mano presso l’ufficio competente o via PEC o e-mail (se previsto).

Se è il proprietario dell’auto che ha commesso l’infrazione, può comunicare i propri dati e subire così la decurtazione dei punti, oppure può decidere di non dichiarare nulla e subire una seconda multa che può andare da 282 a 1142 euro (senza ulteriore decurtazione dei punti dalla patente).

Se invece il guidatore effettivo è un’altra persona rispetto al proprietario dell’auto, dovranno essere comunicati i dati del conducente.




Il guidatore effettivo è tenuto al pagamento della multa ma, se non lo fa, il proprietario dell’auto è ritenuto solidale con esso (cioè la Polizia potrà chiedere a lui il pagamento della multa).

Se il proprietario dell’auto non comunica i dati

Anche nel caso in cui il proprietario dell’auto non comunichi all’autorità i dati dell’effettivo conducente, rischia una seconda multa che può andare da 282 a 1142 euro (senza decurtazione dei punti dalla patente).

Per evitare la seconda multa, è necessario dimostrare di essere stati nell’impossibilità materiale di effettuare la comunicazione (ad esempio non ci si ricorda chi guidava l’auto nel momento in cui è stata compiuta l’infrazione).

Chi comunica i dati di un soggetto che non può aver commesso l’infrazione (ad esempio una nonna che non guida da tempo), rischia un procedimento penale per falso.

La falsa identità del conducente effettivo può essere scoperta facilmente se l’autovelox ha scattato una foto.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.