Cambiali, chi può utilizzarle?



Cambiali




L’utilizzo delle cambiali, seppur molto in voga soprattutto qualche anno fa, è ancora molto frequente. Si tratta di un titolo di credito che rimanda il pagamento di una somma di denaro ad una certa scadenza (indicata sul titolo stesso).

Esistono due tipi di cambiali:

  • la cambiale tratta, con cui un soggetto (il traente) dà ordine ad un altro soggetto (il trattario), di pagare una data somma di denaro in favore di un terzo soggetto (il prenditore)
  • il pagherò cambiario (o vaglia o pagherò) è invece una promessa di pagamento che un soggetto (l’emittente)fa in favore di un altro soggetto (il prenditore)

Ancora oggi si fa quindi affidamento alle cambiali per pagare qualcosa.

Si fa riferimento, ad esempio, al prestito cambializzato, un tipo di finanziamento non finalizzato con cui si può pagare in rate mensili alla banca che ha concesso il credito.

Questo tipo di prestito può essere richiesto da tutti coloro che non sono riusciti ad ottenere i finanziamenti classici, perché in mancanza dei requisiti o ritenuti cattivi pagatori.




I prestiti cambializzati sono dei prestiti garantiti dalle cambiali in cui il beneficiario del finanziamento riceverà dalla banca l’avviso di pagamento dieci giorni prima della scadenza e dovrà recarsi in banca entro tale scadenza per pagare la rata dovuta (e poi farlo ogni mese alla scadenza).

Ovviamente, essendo un prestito, sono previsti anche degli interessi, i bolli, le commissioni bancarie, le assicurazioni, l’istruttoria pratica e i costi per la registrazione dei contratti.

Per richiedere questo tipo di prestito è necessario essere maggiorenni (avere un’età fra i 18 e i 70 anni) e avere cittadinanza italiana.

Quindi le cambiali possono essere utilizzate da tutti coloro che abbiano almeno 18 per poter effettuare un pagamento, in modo da vedersi rimandato in un secondo momento l’esborso di denaro.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.