Partita Iva e affiliate marketing, come funziona la fatturazione



Partita Iva e affiliate marketing, come funziona la fatturazione




Molti utenti online progettano il proprio business online rivolgendolo al cosiddetto affiliate marketing. Quest’ultimo è uno strumento che permette di vendere prodotti e servizi tramite siti web esterni che risultano affiliati all’azienda in questione. Ma come funziona in termini fiscali? E quale partita iva si deve fare?

Parecchi gestori di blog e siti web si sono buttati in questo campo per espandere il proprio business, ottenendo ottimi risultati. Questo perché internet permette di trovare “rappresentanti online” in modo rapido ed efficace semplicemente facendo un po’ di ricerca. Vediamo com’è possibile raggiungere un buon livello di affiliate marketing.

Fare affiliate marketing: quali step seguire per la partita iva

Il retailer, il webmaster ed il customer sono le tre figure princiali dell’affiliate marketing. Le prime due figure hanno l’obiettivo di far cliccare il customer sull’affiliazione, che apparirà su un sito esterno all’azienda. Qui entrano in gioco alcune tecniche pubblicitarie che permetteranno di attrarre gli utenti.

Detto questo, i banner pubblicitari sono la chiave dell’affiliate marketing. Per fare in modo che questi diventino efficaci, il webmaster dovrà riuscire a far cliccare l’utente (nella sostanza, il customer) sul banner e farlo conseguentemente acquistare.




Ma come fare banner efficaci? Avere una buona conoscenza del marketing online e delle sue strategie, della SEO e delle varie tecniche di copywriting può esser senz’altro d’aiuto. Successivamente, se i guadagni iniziano ad incrementare, ci sarà bisogno di aprire una partita Iva.

Con la partita Iva sarà poi opportuno fatturare tutte le entrate che si avranno tramite l’affiliate marketing. Ma quale regime adottare per l’apertura della partita Iva in questo ambito? Il più conveniente è senz’altro il regime forfettario, considerando che per i primi 5 anni l’Iva da pagare resta al 5% (aumentando poi al 15% dopo i primi 5 anni).

Detto questo, fare affiliate marketing è possibile e può risultare un mezzo molto efficace per fruttare entrate tramite la propria attività online. Naturalmente, richiede molta dedizione e l’adozione di tecniche di marketing e SEO ben mirate, tecniche che possono portare all’obiettivo desiderato in modo rapido ed efficace.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.