Assegno protestato, cosa succede quando emettiamo un pagamento scoperto



Assegno protestato, cosa succede quando emettiamo un pagamento scoperto




L’assegno è un comune titolo di credito emesso verso un creditore che ne usufruirà liberamente. Ma cosa succede se invece l’assegno risulta protestato?
E quando viene considerato un assegno protestato? In passato, la situazione di protesto veniva “sfruttata” per gli assegni trasferibili.

In passato, quando una persona girava l’assegno trasferendo il credito in favore di altri soggetti poteva verificarsi una situazione di assegno protestato.
Tuttavia, oggi gli assegni sono quasi sempre non trasferibili ed il significato di protesto è cambiato con il tempo.
Vediamo nella fattispecie che cosa significa quando un assegno viene considerato protestato.

Cosa fare quando l’assegno è protestato?

Un assegno protestato è un assegno che, nonostante sia stato emesso, non riesce a coprire la somma prestabilita.
Questo può succedere quando il proprio conto corrente bancario non ha denaro a sufficienza per poterlo coprire.
Conseguentemente, la banca provvederà ad eseguire una procedura che renderà l’assegno in questione un assegno protestato.

La banca sarà tenuta a segnalare l’assegno protestato in questione al soggetto che lo ha emesso.
Entro 60 giorni, il soggetto avrà la possibilità di estinguerlo e, se riuscirà a farlo, si verificherà un pagamento tardivo e la situazione di protesto sarà risolta.
Naturalmente, saranno presenti alcuni piccoli interessi e, in alcuni casi, penali che non supereranno il 10% della somma dell’assegno.




Nei casi in cui il pagamento non venga effettuato e, di conseguenza, la situazione di protesto rimane invariata anche dopo i 60 giorni successivi,
il soggetto verrà segnalato alla Centrale di Allarme Interbancaria (CIA).
Da notare che la segnalazione rimarrà permanente anche successivamente all’estinzione del pagamento.

Inoltre, è opportuno considerare che la propria situazione di protestato rientrerà all’interno del registro informatico dei protesti,
così da poter render pubblica la situazione del soggetto che non è riuscito a pagare l’assegno (o altro titolo di credito) in questione.



Загрузка...

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. Assegno bancario, come utilizzarlo al meglio
  2. Assegno fuori piazza che significa?
  3. Assegno non trasferibile cosa significa?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.