Assegno, cosa fare in caso di smarrimento



Assegno




L’assegno è un titolo di credito che consente al titolare di un conto corrente di pagare in modalità diversa dal contante. Può succedere di smarrire o vedersi sottratto un assegno bancario: questo, ovviamente, preoccupa il titolare in quanto è possibile che un malintenzionato incassi la propria somma.

Assegno smarrito, cosa fare

In questa situazione, il correntista deve comunicare alla filiale di riferimento della propria banca, l’avvenuto smarrimento o sottrazione dell’assegno, indicando il numero della matrice dell’assegno, così che la banca provvederà a bloccarlo.

Inoltre, è importante anche denunciare all’Autorità competente lo smarrimento. Ci sono due diverse procedure in base alla tipologia di assegno:

  • se questo è dotato di clausola di intrasferibilità (cioè non può essere incassato da una persona diversa da quella indicata), bisognerà prima effettuare la denuncia all’Autorità competente e portarla alla banca così che possa apporre il fermo per smarrimento o sottrazione ed emettere successivamente un nuovo titolo;
  • se l’assegno non è dotato di clausola di intrasferibilità, invece, non basta la semplice denuncia all’autorità competente ma è necessario rilasciare anche una disposizione scritta in ordine al comportamento che la banca dovrà tenere nel caso in cui qualcuno presenti il titolo per la riscossione

La richiesta di ammortamento

A questo punto, la banca suggerisce di fare in modo che l’ultimo possessore dell’assegno proceda alla richiesta di ammortamento così che il Presidente del Tribunale, previa la verifica della veridicità dei fatti, autorizzerà il pagamento della somma indicata nell’assegno, a partire dal quindicesimo giorno dalla pubblicazione dello stesso nella Gazzetta Ufficiale.




Per richiedere l’ammortamento del titolo di credito bisogna effettuare la comunicazione alla banca tramite raccomandata A/R e, come detto, la denuncia all’Autorità Competente; il ricorso va presentato al Presidente del Tribunale del luogo dove l’assegno è pagabile oppure nel luogo di residenza del richiedente o dove ha una sede la banca che ha emesso l’assegno circolare.



Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.