Finanziamenti 2019 quali sono i migliori



Finanziamenti 2019 quali sono i migliori




Quando si richiede un finanziamento, è buona norma valutare i diversi preventivi per scegliere quello più adatto alle proprie esigenze nonché i finanziamenti migliori 2019. Internet viene in soccorso anche questa volta, grazie ad un comodo servizio (disponibile ormai in diversi siti) che consente di confrontare i differenti preventivi delle banche o istituti di credito.

Simulazioni miglior finanziamenti 2019 online

Per poterli visualizzare, basterà solo compilare dei campi, che sono:

  • l’importo del prestito;
  • lo scopo del finanziamento (ad esempio, per acquistare casa o per ristrutturare o per acquistare la moto o per sostenere le spese del matrimonio);
  • la durata del finanziamento;
  • la professione;
  • la data di nascita e il comune di nascita.

Possono essere richieste anche informazioni circa altri finanziamenti in corso.




A questo punto, si potrà calcolare la rata e richiedere il finanziamento direttamente online senza recarsi in filiale.

In ogni caso, per poter scegliere il miglior finanziamento 2019, bisogna valutare i tassi di interesse, cioè il TAN (Tasso Annuo Nominale) vale a dire il tasso di interesse puro che si applica al prestito e il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) che prende in considerazione anche le spese accessorie del finanziamento.

I tipi di finanziamenti più richiesti sono:

  • prestiti personali;
  • prestiti auto, casa o arredamento;
  • prestiti con cessione del quinto;
  • consolidamento debiti.

I migliori finanziamenti del 2019 sono proprio i prestiti personali che possono essere richiesti senza dover specificare la finalità per la quale viene richiesto. Infatti, permettono di ottenere una liquidità maggiore per l’acquisto di qualcosa, per sostenere una spesa medica o una spesa che altrimenti non si potrebbe fronteggiare.

Quando si sceglie questo tipo di prestito occorre sempre tenere presente il TAN e il TAEG e le altre spese legate a:

  • costi di gestione del prestito;
  • spese di istruttoria;
  • spese di incasso e gestione della rata;
  • altre spese come l’imposta di bollo.