730 precompilato 2019, da dove si scarica



730




Dal 15 aprile è online sul sito delle Agenzie delle Entrate, il modello 730 precompilato, la Dichiarazione dei Redditi per i lavoratori dipendenti e i pensionati. E’ stato precompilato con i dati in possesso dell’Amministrazione Finanziaria ma, dal 2 maggio, il contribuente può modificare o integrare i dati presenti nel modello precompilato per poi portare la documentazione al Caf di fiducia.

Dovrà essere poi trasmesso all’Agenzia delle Entrate entro la scadenza fissata per il 23 luglio 2019.

730 precompilato usarlo oppure no?

Ad ogni modo, sarà possibile anche non utilizzare il modello 730 precompilato ma presentare la dichiarazione dei redditi con le modalità ordinarie.




Invece, se si vuole utilizzare il modello precompilato, il contribuente dovrà accedere con le proprie credenziali ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate.

Bisognerà dunque possedere uno di questi dati:

  • credenziali SPID, il Sistema Pubblico dell’Identità Digitale che permette di accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione;
  • credenziali Fisconline (se pin e password sono stati ottenuti direttamente dall’Agenzia delle Entrate);
  • credenziali INPS (con il PIN);
  • credenziali NoiPA per i dipendenti della Pubblica Amministrazione;
  • Carta Nazionale dei Servizi.

Dopo aver eseguito l’accesso cosa fare?

Una volta eseguito l’accesso, ci si dovrà spostare nella sezione dedicata al precompilato e poi su
“Visualizza il 730 precompilato” e si visualizzerà:

  • il modello 730 precompilato;
  • un foglio informativo che contiene tutte le informazioni in possesso dell’Agenzia delle Entrate, con
    le relative fonti utilizzate per l’elaborazione della dichiarazione (una dichiarazione sintetica dei
    redditi e delle spese presenti nel precompilato);
  • l’esito della liquidazione della dichiarazione (cioè il rimborso da ricevere o le somme da versare).

A questo punto si potrà:

  • visualizzare e stampare il modello precompilato e il relativo foglio informativo;
  • verificare l’esito del calcolo;
  • scegliere, se accettare o modificare il 730 così come è stato precompilato;
  • inviare la dichiarazione precompilata direttamente all’Agenzia delle Entrate.

E’ possibile poi consultare la dichiarazione trasmessa e la ricevuta telematica dell’avvenuta presentazione.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.