Assegno postdatato a garanzia: che cos’è?



Assegno postdatato




Cos’è l’assegno postdatato a garanzia? Nel momento in cui stacchiamo un assegno, siamo tenuti a indicare determinati elementi, come la data e il luogo in cui è compilato. Tuttavia, alcune persone decidono di postdatare l’assegno, perché magari in quel dato momento non hanno la liquidità per pagare. Discutendone con il creditore, decidono di affidarsi alla garanzia, ma come funziona nello specifico?

Assegno postdatato: che cos’è e come funziona

Per capire a fondo l’assegno postdatato a garanzia, dobbiamo riferirci alla Corte di Cassazione Civile, in una sentenza che risale al 24 Maggio del 2016, la numero 10710. La Cassazione nello specifico ha espresso che un assegno consegnato a garanzia di un debito è a tutti gli effetti illegittimo.

Ne consegue che un giudice può annullare in qualsiasi momento il patto di garanzia tra il debitore e il creditore. Sappiamo che l’assegno postdatato non è più reato, tuttavia non è una pratica che si consiglia di fare, soprattutto perché ci sono delle sanzioni economiche da sbrigare per incassarlo. Inoltre, con la garanzia di pagamento, il creditore potrebbe richiedere al debitore una sorta di fidejussione; sarebbe una eventualmente ipoteca per garantire l’intero importo dovuto. In ogni caso, l’assegno postdatato può essere incassato anche prima del termine ultimo.

Garanzia assegno postdatato: cosa sapere?

L’assegno con postdatazione non è affatto gradito al nostro ordinamento. Tuttavia, l’assegno bancario è pagabile a vista; il problema vero e proprio si presenta nel momento in cui dovremo regolarizzare il nostro assegno. A quanto ammonta la sanzione vera e propria? Quest’ultima ammonta al 12 x 1000 della somma sull’assegno. Infine, pagheremo una sanzione che è il doppio dell’imposta non versata: il 24 x 1000 della somma sull’assegno.




Dopo essere andati all’Agenzia delle Entrate, dunque, dovremo considerare di pagare un extra su quanto percepiremo dall’assegno postdatato. Nel caso in cui l’assegno sia scoperto, purtroppo in questo caso dovremo procedere per vie notarili.



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.