Moratoria prestiti gennaio 2021, chi può accedere  



Moratoria




Per sostenere le imprese e le famiglie in difficoltà a seguito delle ripercussioni economiche causate dall’epidemia di Coronavirus, il decreto Cura Italia ha previsto la moratoria prestiti per le PMI imprese, i professionisti, le ditte individuali e i lavoratori autonomi con partita IVA.

Inizialmente la scadenza era fissata al 30 settembre 2020 ma la proroga ha stabilito la nuova scadenza a gennaio 2021 e al 31 marzo 2021 per le imprese operanti nel settore turistico.

I provvedimenti messi in atto con la moratoria sono i seguenti:

  • non possono essere revocate, neanche parzialmente, fino al 31 gennaio 2021, le aperture di credito a revoca, nonché i finanziamenti accordati a fronte di anticipi su crediti per gli importi esistenti alla data del 29 febbraio 2020 o, se successivi al 17 marzo 2020, sia per la parte utilizzata sia per quella non utilizzata;
  • sono prorogati fino al 31 gennaio 2021, alle stesse condizioni, i contratti relativi a prestiti non rateali con scadenza contrattuale antecedente a quella data (questa misura vale anche per gli elementi accessori, come le garanzie, relativi al contratto principale);
  • sono prorogati al 31 gennaio 2021 i pagamenti con scadenza antecedente a quella data, di rate o canoni di leasing relativi a mutui e altri finanziamenti con rimborso rateale, compresi quelli perfezionati mediante il rilascio di cambiali agrarie.
  • Il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato e le imprese possono richiedere la sospensione del solo rimborso in conto capitale.

Anche se la scadenza è stata fissata, per il momento al 31 gennaio 2021, la bozza della Legge di Bilancio 2021 prevede una possibile proroga della moratoria prestiti al 30 giugno 2021.

Per le imprese già ammesse alla moratoria, la proroga al 31 gennaio 2021 opera automaticamente (salva l’ipotesi di rinuncia che deve essere inoltrata al soggetto finanziatore entro il 30 settembre 2020), mentre le altre imprese invece possono comunicare la propria richiesta entro il 31 dicembre 2020.





Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.