Conto corrente all’estero, come funziona la dichiarazione dei redditi  



Conto corrente




Come quanto dichiarato dalla Comunità Europea “Tutti i cittadini di uno Stato appartenente alla Comunità hanno il diritto di aprire un conto corrente bancario in qualsiasi altro Stato membro, ed anche in istituti finanziari di Paesi non appartenenti allUE”.

Dunque è legale aprire un conto corrente all’estero

Dunque è legale aprire un conto corrente all’estero purché il correntista residente in Italia che apre un conto all’estero lo dichiari all’Amministrazione finanziaria.

Questo implica che il conto debba anche essere dichiarato nella dichiarazione dei redditi ed in particolare nel quadro RW.

Questo quadro serve per il monitoraggio annuale delle attività finanziarie e degli investimenti patrimoniali detenuti all’estero da parte delle persone fisiche residenti in Italia.




Inoltre serve per determinare le due imposte patrimoniali e cioè:

  • IVIE, l’imposta sugli immobili detenuti all’estero
  • IVAFE, l’imposta sulle attività finanziarie detenute all’estero

Se il soggetto compila il modello Persone Fisiche, il quadro RW va presentato entro i termini di presentazione, e va fatto in via telematica. Se invece il soggetto compila il 730, c’è una deroga perché si può presentare solo il quadro RW e il frontespizio del modello Redditi.

Sono tenuti a compilare il quadro RW in dichiarazione dei redditi:

  • le persone fisiche
  • le società semplici e le associazioni equiparate
  • gli enti non commerciali
  • i titolari di redditi da lavoro autonomo (anche per le operazioni compiute in relazione all’attività professionale)

Sono tenuti a farlo anche quei soggetti che hanno all’estero delle disponibilità di fatto e la possibilità di movimentare delle somme non proprie con il compito fiduciario di trasferirle al beneficiario (ad esempio tutti coloro che sono cointestatari di un conto corrente all’estero, purché abbiano la piena disponibilità delle somme).

Non sono tenuti invece a compilarlo:

  • le società di persone commerciali e gli altri soggetti equiparati esercenti attività commerciale
  • le società di capitali
  • gli enti commerciali
  • le società in nome collettivo
  • le società in accomandita semplice


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.