Scontrino elettronico, chi non dovrà emetterlo



Scontrino elettronico




Ormai, questa notizia sta circolando ovunque: lo scontrino elettronico entrerà in vigore. I tempi sono già previsti, così come le applicazioni delle nuove regole. Sostituirà definitivamente lo scontrino di carta: ma dovranno emetterlo tutti i commercianti? Cosa sapere a riguardo? Analizziamo la situazione e la normativa.

Scontrino elettronico: che cos’è e come funziona?

Nella Legge di Bilancio 2019 abbiamo assistito ai primi grandi cambiamenti per la lotta all’evasione fiscale. Per i possessori di Partita Iva, è arrivata la fatturazione elettronica. Per i commercianti che hanno un’attività che supera un volume di affari di 400.000 mila euro annui, è arrivato lo scontrino elettronico.

Siamo abituati allo scontrino cartaceo, certo, ma questa innovazione ha l’obiettivo di prevenire l’evasione e di regolare la trasparenza di ogni guadagno. Per emettere lo scontrino elettronico, sarà necessario avere nel proprio negozio il registratore telematico. Mediante quest’ultimo riuscirete a emettere il vostro scontrino elettronico all’Agenzia delle Entrate.

A tal proposito vi segnaliamo che il Fisco ha previsto delle interessanti agevolazioni per coloro che vorrebbero mettersi in regola subito, prima della data prestabilita: sarà concesso un credito di imposta del 50%, o uno sconto di 50,00 euro per chi vuole aggiornare gli strumenti. Chi non dovrà emettere questa tipologia di scontrino?




Chi non dovrà emettere lo scontrino elettronico?

Quando entra in vigore lo scontrino elettronico? Per i commercianti che hanno introiti superiori a 400.000 mila euro, dal primo luglio 2019, è prevista l’entrata in vigore ufficialmente dello scontrino elettronico. Per tutti gli altri, invece, la normativa si applicherà ufficialmente dal primo Gennaio 2020.

Tuttavia, questa normativa non si applicherà per tutti. Chi non dovrà adeguarsi? Sostanzialmente, i tabaccai, i tassisti, gli edicolanti e qualsiasi esercizio che non abbia un volume di affari superiore alla media allora non dovranno emetterlo. Tutti gli altri, invece, dovranno adeguarsi entro i tempi previsti.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.