Prestito 25mila euro, come funziona



Prestito




Il Decreto legge n.23 dell’8 aprile 2020 (Decreto liquidità) ha previsto la possibilità di richiedere un prestito da 25mila euro e fino a 5 milioni di euro garantito dallo Stato, un’occasione che in molti potrebbero voler cogliere alla luce delle difficoltà sorte a causa dell’emergenza Coronavirus. Nel decreto c’è anche il bonus 600 euro che dovrebbe essere erogato anche per i mesi di aprile e maggio.

Per richiedere il prestito 25mila euro

Per richiedere il prestito 25mila euro sarà necessario rivolgersi ad una delle banche che hanno aderito a questa misura e compilare l’apposito modulo di richiesta. Chi richiede il prestito fino a 25mila euro potrà ottenerlo senza istruttoria (cioè senza valutazione del merito creditizio): la banca non richiederà dati sull’andamento dell’azienda ma si documenterà sull’andamento degli affari negli anni precedenti alla crisi.

Invece, per chi richiederà prestiti per un importo maggiore di 25mila euro e fino a 5 milioni di euro, la banca avvierà un’istruttoria per verificare se sia opportuno erogare quel dato prestito e, a tal fine, si documenterà sui conti economici e sulla situazione economica e finanziaria dell’azienda.

Per quanto riguarda la garanzia dello Stato ciò vuol dire che, in caso di difficoltà nel restituire il prestito, la banca creditrice sarà comunque tutelata perché lo Stato rimborserà il prestito al posto del contraente che, a questo punto, diventerà debitore nei confronti dello Stato.




La garanzia statale è del 100% dell’importo

La garanzia statale è del 100% dell’importo del finanziamento solo per le piccole e medie imprese e per prestiti fino a 25mila euro.

Infatti, per le imprese che hanno fino a 4999 dipendenti e un fatturato non maggiore di 1,5 miliardi di euro, la garanzia statale copre fino al 90% del finanziamento; garanzia che scende all’80% dell’importo del finanziamento nel caso di imprese con fatturato fra 1,5 e 5 miliardi di euro oppure con più di 5000 dipendenti. Infine, la garanzia dello Stato è del 70% dell’importo del prestito nel caso di imprese che abbiano un fatturato maggiore di 5 miliardi di euro.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.