Mercato dei mutui, come è cambiato durante il covid



Mercato




Nonostante l’emergenza Covid, in Italia il mercato dei mutui è ancora vantaggioso, infatti il nostro Paese può vantare i tassi di interesse sui mutui per l’acquisto della prima casa più bassi a livello europeo e internazionale. Ricordate sempre che prima di stipulare un contratto con le banche è bene leggere tutto e capire cosa succede ad esempio se si salta una rata del mutuo e come ci si comporta e a cosa si va incontro.

Mercato dei mutui, come è cambiato

Infatti, anche se il mercato del lavoro e l’economia in genere hanno molto risentito dell’epidemia di Coronavirus, il mercato immobiliare ha semplicemente subìto un rallentamento durante il primo periodo di lockdown.

Ma poi, con il miglioramento della situazione, c’è stata una ripresa: così i prezzi degli immobili sono rimasti più o meno simili a quelli che in Italia c’erano prima dell’epidemia. Questo, traducendosi in mutui a tassi ridotti, ha spinto la gente ad investire acquistando case: a maggio e giugno, infatti, c’è stato il 13% in più di acquisto di case rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

La scelta va verso i mutui a tassi fissi

Stando ai dati, la maggior parte dei mutui stipulati sono a tassi fissi (che si tengono ancora piuttosto bassi) e sono più sicuri rispetto a quelli variabili, considerando che ci troviamo in una situazione incerta. Quello che è cambiato riguarda, invece, le esigenze dei clienti che ora non cercano più una casa in città e vicina al posto di lavoro ma lontana dall’affollamento, più in periferia ma in una zona tranquilla.




Uno dei problemi che comunque si è riscontrato durante tutta questa situazione (e che ancora si sta riscontrando) è quanto siano indietro le banche e gli istituti di credito: un ritardo digitale che ha potato ad un rallentamento in moltissime pratiche.

Questo deve dare impulso alle banche e agli uffici per migliorare la propria presenza sul web e fornire più servizi in digitale ai propri clienti così da poter snellire molte pratiche. Quello che si prevede, comunque, fino al 2024, è che ci sarà ancora un calo dei prezzi e dei canoni e questo sicuramente spingerà molte persone ad approfittare ad acquistare e a stipulare mutui.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.