Tassa di successione, come viene calcolata?  



Tassa




La tassa di successione è un’imposta che devono pagare allo Stato gli eredi della persona defunta.

Il suo valore varia in base al:

  • valore dei beni ereditati
  • grado di parentela degli eredi

Va poi detto che ci sono alcuni beni ereditati per i quali non è dovuto il pagamento dell’imposta. Inoltre, c’è una franchigia, vale a dire un limite di valore dei beni ereditati, entro il quale la tassa di successione non deve essere pagata.

In particolare, per:

  • i parenti stretti (coniuge, figli, genitori e nipoti) è prevista l’esenzione dal pagamento della tassa di successione fino ad un valore di 1 milione di euro. Se il patrimonio ha un valore superiore ad 1 milione di euro, bisognerà pagare un’imposta pari al 4% del valore dei beni ereditati, considerando la parte che eccede la franchigia
  • i fratelli e sorelle, vale la franchigia di 100 mila euro e l’aliquota del 6%
  • i parenti fino al 4°grado e affini fino al 3° grado (nipoti intesi come figli di fratelli e sorelle, zii, cugini di primo grado, suoceri e cognati) è previsto il pagamento della tassa qualsiasi sia il valore dei beni ereditati, senza alcuna franchigia e con aliquota del 6%
  • gli altri eredi (anche non parenti), non vale alcuna franchigia e si applica l’aliquota dell’8%
  • gli eredi disabili, la franchigia è estesa fino a 1,5 milioni di euro

Quanto ai beni esenti dal pagamento della tassa di successione, vanno annoverati:

  • i titoli di stato italiani e di altri Paesi UE e titoli di debito pubblico
  • le aziende, i rami di azienda o le quote di controllo in società di capitali, se i parenti in linea retta o il coniuge proseguono nell’esercizio dell’attività per un periodo di almeno cinque anni dalla data del trasferimento
  • il TFR e le prestazioni erogate dai fondi di previdenza complementare
  • i veicoli iscritti al PRA
  • le polizze vita
  • i beni già sottoposti al vincolo di interesse culturale prima dell’apertura dell’eredità (purché conservati e protetti secondo quanto previsto dalla normativa)
  • i crediti vantati verso lo Stato, enti pubblici o istituzionali





Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.