Affitto in nero, cosa si rischia?  



Affitto




Sono diverse le persone che decidono di affittare le proprie case e per farlo possono optare per diversi contratti disciplinati dalla legge. Tante altre persone, però, ricorrono all’affitto in nero: cosa vuol dire?

L’affitto in nero è un contratto di locazione che non viene registrato presso l’Agenzia dell’Entrate, obbligo a cui è tenuto il proprietario della casa entro 30 giorni dalla sua stipula (e sul quale deve pagare le tasse). LA cosa da capire è che affittare in nero, di fatto è un illecito ed è un’evasione fiscale a tutti gli effetti.

Non facendolo, invece, evade le tasse e compie un illecito.

In questo caso si parla di affitto in nero totale. L’affitto in nero può anche essere parziale, quando il locatore scrive sul contratto iscritto all’Agenzia delle Entrate una determinata cifra che l’inquilino deve pagare per l’affitto ma in realtà quest’ultimo ne versa di più (così il proprietario, invece, paga meno tasse).

In caso di affitto in nero rischiano sia il proprietario che linquilino.




Il proprietario, infatti, non potrà avvalersi della procedura speciale di sfratto, ma di quella ordinaria (più lunga e costosa).

Inoltre, il contratto è nullo e ciò vuol dire che l’inquilino può anche non pagare eventuali affitti arretrati e persino chiedere la restituzione di quelli già versati, in quanto versati in virtù di un contratto nullo.

Dal punto di vista fiscale, l’Agenzia delle Entrate, una volta scoperto l’affitto in nero, pretenderà il pagamento dell’imposta evasa più la sanzione per imposta evasa che va:

  • dal 60 al 120% dell’imposta non pagata (con un minimo di 200 euro), se il proprietario non ha inserito il reddito da affitto nel 730;
  • dal 90 al 180% dell’imposta non pagata, se il proprietario ha fatto ricorso all’affitto in nero parziale

È vero che legge ha stabilito che il locatore debba registrare il contratto di locazione presso l’Agenzia delle Entrate però, se non lo fa, con lui è solidalmente responsabile anche l’inquilino che, a questo punto, rischia una cartella esattoriale da parte dell’Agenzia delle Entrate.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.