Rinegoziare il mutuo ecco le procedure da fare



Rinegoziare il mutuo ecco le procedure da fare




Nel momento in cui si parla di mutuo occorre analizzare anche la concreta possibilità di poter effettuare una modifica alle condizioni contrattuali dello stesso. Vediamo ora gli aspetti fondamentali che occorre conoscere per rinegoziare il mutuo e soprattutto come bisogna procedere per fare in modo che la stessa possa essere svolta in modo corretto.

Cosa si intende per rinegoziare il mutuo

Al giorno d’oggi, dopo che si accorge che il concetto di mutuo migliore 2018  che si è sottoscritto in realtà è ben diverso dall’essere tale, è possibile effettuare una semplice procedura che prende il nome di rinegoziare il mutuo.
Occorre sottolineare come questa particolare tipologia di operazione permette di variare tre aspetti fondamentali del mutuo, tra i quali spicca ovviamente il tasso.

In alcune circostanze, dopo che sono trascorsi diversi anni dalla fase di stipula del contratto, il mutuario può optare per un cambio del tasso di interesse, passando dalla versione del mutuo con tasso variabile a quella con tasso fisso.
Questo per far fronte a tutte le proprie esigenze economiche e per fare in modo che il mutuo prima casa non abbia un tipo di incidenza completamente negativa sulle proprie disponibilità economiche.

Il secondo tipo di parametro che potrà essere facilmente variato riguarda lo spread del tasso
d’interesse, accostandolo quindi ad un importo che sia leggermente vantaggioso per coloro che devono
sostenere i costi dello stesso mutuo.
Infine bisogna parlare del fatto che i tassi mutui migliori possono comportare una riduzione o allungamento delle tempistiche di restituzione dello stesso mutuo, ovvero il mutuario potrà avere la concreta opportunità di passare da una versione di vent’anni del mutuo ad una decennale, che comporta ovviamente un aumento della rata, oppure procedere con l’operazione inversa, ovvero aumentare la durata del mutuo con importi delle rate che tendono ad essere meno elevate.
Pertanto la rinegoziazione del mutuo prevede un cambiamento del contratto ma non la sua estinzione completa.




Come procedere per rinegoziare il mutuo

Quando si deve effettuare tale operazione, sarà necessario recarsi presso lo sportello della banca
presso il quale si è stipulato il contratto di mutuo per l’acquisto della prima casa o per sostenere delle
spese similari.
In questo preciso preciso caso non occorre che vi sia la presenza del notaio, visto che si tratta di una
variazione che vedrà protagonista solo il mutuario e la banca e non dovendo procedere con la firma di
un nuovo contratto, visto che quello precedente resta attivo, il notaio non deve essere contattato.

Per effettuare correttamente tale operazione sarà necessario procedere con la compilazione di una
scrittura privata la quale dovrà essere necessariamente consegnata alla banca.
L’addetto allo sportello provvederà a far analizzare la richiesta del mutuario ai responsabili della stessa
banca, che procederanno con l’apportare le modifiche richieste da parte del mutuario qualora queste
possano essere definite come ragionevoli e permettano allo stesso di poter sostenere il costo delle
diverse rate senza alcuna complicazione.

Pertanto occorre sottolineare come la procedura di rinegoziazione del mutuo è abbastanza semplice e
non comporti lo svolgimento di operazioni lunghe che potrebbero avere esiti completamente differenti
rispetto quelli che si spera di ottenere.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.