Centrale rischi, la cancellazione è automatica o no?



Centrale rischi




La Centrale dei Rischi è un database contenente i dati relativi ai debiti dei clienti verso le banche o altri intermediari. Sono proprio gli intermediari ad alimentare le informazioni contenute nella Centrale dei Rischi: ogni mese comunicano solo i crediti verso i propri clienti che abbiano un importo pari o superiore a 30.000 euro e i crediti in sofferenza di qualsiasi importo. Ovviamente c’è una modalità per essere cancellati dalla centrale rischi.

A cosa serve la centrale rischi

La Centrale dei Rischi serve proprio a proteggere gli intermediari dai rischi di concedere finanziamenti a “cattivi pagatori”: infatti, gli intermediari potranno valutare il merito del credito del cliente alla luce dei dati contenuti nella Centra dei Rischi. Se il cliente è stato dichiarato in sofferenza (ovvero non in grado di saldare il proprio debito), rimarrà segnalato nell’archivio fino a quando il suo debito non scenderà al di sotto dei 30.000 euro o non verrà a cessare lo status di insolvenza o di cattivo pagatore oppure il debito non verrà rimborsato in qualche modo.

Ed anche in questo momento, le informazioni su di lui continueranno ad essere presenti nell’archivio (e non cancellate in automatico) per poter essere fruite da altri intermediari, in futuro, con alcune limitazioni. Per quanto riguarda i dati relativi ai prestiti e ai finanziamenti presenti nella Centrale Rischi, questi vengono cancellati automaticamente dopo un determinato tempo di conservazione.

In particolare:

  • le richieste di finanziamento vengono conservate per 6 mesi (1 mese in caso di rifiuto o rinuncia al finanziamento) dalla richiesta;
  • le morosità di due rate (o mesi) poi sanate, vengono conservate per 12 mesi dalla data di regolarizzazione mentre quelle superiore alle 2 rate (o 2 mesi), poi sanate, sono visibili per 24 mesi dalla data di regolarizzazione;
  • le morosità mai sanate restano visibili per 36 mesi dalla scadenza contrattuale o dall’ultimo aggiornamento;
  • tutte le informazioni positive restano visibili per 36 mesi dalla cessazione del rapporto o dalla scadenza del contratto o dal primo aggiornamento del mese successivo a tali date.






Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.