Pagamenti dall’estero, possono riceverli tutte le società?



Pagamenti dall’estero




Il contribuente può correre dei rischi se riceve dei pagamenti dall’estero e non ne giustifica la ragione, proprio perché il soggetto che fa il pagamento non è “conosciuto” al nostro Fisco.

Il Fisco, infatti, controlla i conti correnti

Il Fisco, infatti, controlla i conti correnti grazie alle informazioni che vengono fornite dalle banche che riguardano i versamenti in contanti e i bonifici. Per imprenditori e società questi controlli riguardano anche i prelievi, se superiori a mille euro al giorno o cinquemila euro al mese.

Se il pagamento è dovuto come stipendio da parte dell’azienda datrice di lavoro oppure come pagamento da parte del cliente a cui si è data una regolare fattura, non sussistono problemi ma se si riceve un pagamento dall’estero e non si trova giustificazione, allora possono esserci problemi.

Infatti, spetta al cittadina giustificare i motivi

Infatti, spetta al cittadina giustificare i motivi di quel dato pagamento dall’estero, altrimenti verranno considerati come ricavi in nero quei bonifici ricevuti dall’estero sul conto corrente del contribuente o della società. Per evitare di incorrere in sanzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate ed essere classificato come un evasore, è importante evitare di ricevere bonifici sul proprio conto se non si può giustificarne la causa con un documento scritto che abbia data certa.




Questo documento deve essere certificato dal notaio o da un pubblico ufficiale e conservato per almeno 5 anni dall’anno in cui sia stata inviata la relativa dichiarazione dei redditi per quella determinata annualità. In caso contrario, si può indicare come ragione del bonifico che si tratta di somme esenti (che non debbano essere tassate) oppure di importi che siano già stati tassati alla fonte ossia erogati al beneficiario al netto delle tasse (come una vincita alla lotteria).

Dunque, tutte le società possono ricevere pagamenti dall’estero ma occorre ricordare che il denaro proveniente dall’estero viene tassato del 20%, se l’importo rappresenta un reddito da capitale o di altro tipo. Sta a chi riceve il pagamento dall’estero, dimostrare la natura di questo e che si tratti di soldi non tassabili

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.