Stato sociale, se ne parla sempre di più



Stato sociale




Si sente sempre più parlare di Stato sociale (o Welfare State), una forma di stato liberaldemocratica che si propone, fra i suoi obiettivi, la garanzia e la tutela di importanti prestazioni sociali per le classi sociali più bisognose.

Che cos’è lo Stato Sociale

In pratica, nello Stato sociale, lo Stato mira a garantire ai cittadini meno abbienti livelli minimi di reddito (anche a disoccupati, anziani ed inabili al lavoro) e di poter accedere a servizi essenziali come la salute, l’istruzione o la sicurezza sociale (a cui normalmente non potrebbero accedere, non avendo i mezzi economici necessari per farlo).

Volendo fare un breve excursus storico sullo Stato sociale, va detto che il Welfare State nasce in Inghilterra già nel 1601 dopo la promulgazione delle Leggi sui poveri (Poor Law) ma si afferma ulteriormente nel 1948 con il Piano Beveridge, con il quale vengono introdotti per la prima volta i concetti di sanità pubblica, di pensione sociale e altre riforme per proteggere i cittadini più bisognosi dalla povertà.

Ma è dopo la Seconda Guerra Mondiale, nella Gran Bretagna post conflitto, che si afferma definitivamente lo Stato sociale con lo scopo di sostenere tutte le fasce più povere della popolazione sconvolte dalla guerra e dalla povertà (vedove, orfani, famiglie rimaste senza casa e lavoro).




Lo Stato sociale come lo intendiamo oggi

Lo Stato sociale come lo intendiamo oggi, si basa sul principio di uguaglianza sostanziale enunciato nell’articolo 3 della Costituzione Italiana e indica l’intervento dello Stato a favore delle categorie più bisognose, con l’obiettivo di evitare forme di discriminazione tra le varie classi sociali.

In particolare, lo Stato sociale interviene a favore di questi soggetti per assicurare fondamentali diritti e servizi come:

  • l’assistenza sanitaria;
  • la pubblica istruzione;
  • l’indennità di disoccupazione;
  • sussidi per famiglie povere;
  • l’assistenza agli invalidi e agli anziani (previdenza sociale);
  • l’accesso alle risorse culturali;
  • la difesa dell’ambiente naturale.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.