Aderire alla rottamazione cartelle 2021, come fare



Aderire




Fra le possibili novità del nuovo Decreto Sostegno si vocifera dell’eventuale proroga della rottamazione ter e saldo e stralcio e della cancellazione di alcune cartelle esattoriali.

Sulla base di queste eventualità, ecco come fare per aderire alla rottamazione cartelle 2021.

I pagamenti dei debiti erariali per le cartelle esattoriali notificate prima dell’emergenza Coronavirus sono sospesi fino al 30 aprile 2021 (la precedente scadenza era fissata al 28 febbraio 2021).

Per debiti erariali si intendono:

  • gli avvisi di accertamenti esecutivi
  • le cartelle di pagamento
  • le ingiunzioni
  • gli accertamenti degli enti locali
  • gli atti di accertamento dell’Agenzia delle Dogane

Il pagamento di tali debiti potrà essere effettuato entro il 29 giugno 2021 (vale a dire entro 60 giorni dalla scadenza).




La sospensione al 30 aprile 2021 riguarda anche l’inibizione delle azioni esecutive: va detto che le cartelle esattoriali verranno notificate senza produrre effetti, ma verranno utilizzate per la valutazione di convenienza per l’adesione alla nuova definizione agevolata.

Nuova rottamazione dei ruoli

Fra le ipotesi c’è quella di una nuova rottamazione dei ruoli, un condono tombale o l’introduzione di una nuova patrimoniale: insomma, un modo per garantire al Governo un’entrata.

Per quanto riguarda la proroga della rottamazione ter e saldo e stralcio, sono previste due scadenze:

  • 31 luglio per tutte le rate scadute nel 2020 (cioè 28 febbraio, 31 marzo, 31 luglio e 30 novembre)
  • 30 novembre 2021 per tutte le rate scadute e in scadenza nel 2021 (cioè 28 febbraio, 31 marzo, 31 maggio e 31 luglio 2021)

È possibile che nel nuovo Decreto Sostegno siano previsti anche 5 giorni di tolleranza per non perdere il beneficio.

Un’altra novità dovrebbe riguardare la cancellazione dei ruoli dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015. 

Non si sa ancora quali saranno i ruoli cancellati ma probabilmente saranno quelli con importi inferiori ai 1000 euro o, forse, quelli con importi di massimo 5000 euro.

Comunque è probabile che la cancellazione possa operare in modo automatico da parte dell’agente di riscossione.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.