Assegno unico, da quando si può presentare domanda?      



Assegno unico




L’assegno unico è un contributo mensile che viene riconosciuto per ogni figlio a carico fino al compimento dei 21 anni e per i figli disabili senza limiti di età.

In particolare è riconosciuto:

  • per ogni figlio minorenne a carico e, per i nuovi nati, dal settimo mese di gravidanza
  • per ciascun figlio maggiorenne a carico, fino al compimento dei 21 anni (purché frequenti un corso di formazione scolastica o professionale, ovvero un corso di laurea; svolga un tirocinio ovvero un’attività lavorativa e possieda un reddito complessivo inferiore a 8000 euro annui; sia registrato come disoccupato e in cerca di un lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego oppure svolga il servizio civile universale)
  • per ogni figlio con disabilità a carico, senza limiti di età

L’assegno unico spetta sia ai lavoratori dipendenti (pubblici o privati) che a quelli autonomi ma anche ai pensionati, ai disoccupati e agli inoccupati.

L’importante è che al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata del beneficio, il richiedente sia in possesso congiuntamente dei requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno.




Ma da quando si può presentare domanda per l’assegno unico?

La domanda può essere presentata a partire dal 1° gennaio 2022 da uno dei due genitori esercenti la responsabilità genitoriale, a prescindere dalla convivenza con il figlio, oppure mediante tutore del figlio ovvero del genitore, nell’interesse esclusivo del tutelato.

Una volta compiuti 18 anni, i figli possono presentare la domanda in sostituzione di quella eventualmente già presentata dai genitori e richiedere la corresponsione diretta della quota di assegno unico che spetta loro.

I modi per fare domanda di assegno unico sono:

  • accedendo dal sito INPS al servizio “Assegno unico e universale per i figli a carico” utilizzando lo SPID almeno di livello 2, la Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS)
  • contattando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (a pagamento da rete mobile)
  • tramite gli enti di patronato



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.