Firma digitale, da chi viene utilizzata 



Firma digitale




La firma digitale è uno strumento indispensabile per le proprie comunicazioni per diversi soggetti. È obbligatoria per alcune categorie professionali, come gli avvocati, che la utilizzano per:

  • accedere a precisi servizi ministeriali
  • eseguire pagamenti telematici
  • accedere al processo civile telematico
  • inviare notifiche a mezzo PEC
  • firmare documenti e atti notarili
  • inviare istanze di ammissione al gratuito patrocinio

Fra gli altri professionisti che devono utilizzare la firma digitale ci sono gli ingegneri, gli architetti e i geometri, che la usano per:

  • siglare pratiche edilizie
  • firmare progetti e contratti
  • richiedere visure e pratiche catastali
  • firmare attestati di certificazione energetica

Anche i medici e gli altri operatori sanitari usano la firma digitale per:

  • sottoscrivere referti o prescrizioni mediche
  • firmare qualsiasi documento sanitario consegnato ai pazienti in formato digitale o inviato al sistema di Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE).

Ma devono usarla anche le aziende per autenticare le fatture elettroniche emesse verso la Pubblica Amministrazione.




Infatti la firma digitale è sempre obbligatoria nel caso di fatture che devono essere inviate ad un ente pubblico o alla Pubblica Amministrazione.

 Non è obbligatoria nella fatturazione verso imprese, professionisti e consumatori.

È facoltativa, infine, per compravendite e contratti tra privati e tra aziende, e si può utilizzare anche per firmare procedimenti giudiziari, bilanci aziendali, atti amministrativi e altri documenti.

Ma che cos’è la firma digitale e a cosa serve?

La firma digitale ha lo stesso valore legale di una firma autografa fatta su carta. Si basa su un sistema di chiavi asimmetriche a coppia, una chiave pubblica e una chiave privata.

La chiave privata deve essere conservata in maniera sicura dal firmatario. Il destinatario, invece, deve avere la chiave pubblica per decrittografare il messaggio.

Le caratteristiche della firma digitale sono:

  • autenticità: perché assicura l’identità della persona o impresa che firma
  • integrità: perché garantisce che i documenti non possano essere modificati dopo essere stati firmati
  • non ripudio: assicura che un documento firmato non possa essere rifiutato da chi lo ha firmato



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.