Bonus carburante 200 euro a chi spetta



Bonus carburante




La circolare n.27/E del 14 luglio 2022 dell’Agenzia delle Entrate fornisce informazioni su come fruire di questa detrazione e del Bonus carburante di 200 euro, introdotto con il decreto legge n.21/2022.

Questo Bonus non prevede un contributo in denaro

Prima di tutto questo Bonus non prevede un contributo in denaro ma l’esenzione fiscale per i lavoratori del valore dei buoni relativi ai rifornimenti di benzina, gasolio, GPL e metano e per la ricarica di veicoli elettrici riconosciuti dal proprio datore di lavoro, fino ad un massimo di 200 euro.

Per questo motivi, ai fini della tassazione, il limite di 200 euro si affianca a quello previsto dallart 51 comma 3 del TUIR di 258,23 euro.

In entrambi i casi, si applica la regola generale secondo la quale, superata la soglia di esenzione, l’intero valore corrisposto concorre alla formazione del reddito imponibile ed è quindi tassato.




Inoltre è stato stabilito che il Bonus carburante 200 euro potrà essere erogato in sostituzione del premio di risultato: in questo caso il pagamento avverrà in esecuzione di contratti aziendali o territoriali, dato che il datore di lavoro non potrà riconoscerlo ad personam.

Le somme dovranno essere erogate necessariamente nell’anno in corso, dato che la norma per il momento è temporanea.

Infatti l’agevolazione è limitata solo al 2022 e, secondo il principio di cassa allargata, sono considerati percepiti nel periodo di imposta le somme e i valori corrisposti entro il 12 gennaio dell’anno successivo a quello di riferimento.

Dunque l’esenzione fiscale prevista dal Bonus carburante 200 euro spetterà fino ai primi 12 giorni del 2023, “mediante documenti di legittimazione, in formato cartaceo o elettronico”.

I voucher potranno essere utilizzati dal lavoratore anche nei mesi successivi.

Ma a chi spetta dunque il Bonus carburante 200 euro?

La medesima circolare dell’Agenzia delle Entrate stabilisce a chi spetta il Bonus carburante 200 euro, dato che non spetta a tutti i lavoratori ma solo ai lavoratori dipendenti di datori di lavoro privati (compresi anche i soggetti che non svolgono un’attività commerciale e i lavoratori autonomi con dipendenti).



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.