Incentivi ristrutturazione prima casa, quello che c’è da sapere



Incentivi ristrutturazione prima casa, quello che c'è da sapere




Per la ristrutturazione della prima casa, sono previsti dalla Legge di Bilancio 2018, degli incentivi per chi effettuerà dei lavori. A partire dal 1 gennaio 2018 quindi, è stato possibile avere delle detrazioni Irpef per gli importi pari al 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione della propria prima casa sul 730.

Ci sono però ulteriori novità tra cui non solo appunto la proroga per il bonus ristrutturazioni e mobili, ma anche le aliquote per la detrazione per l’Ecobonus, che prevede fino 5000 euro di spesa e detrazione del 36% delle spese per la cura e la manutenzione di giardini, ma anche dei terrazzi privati.

La proroga che invece riguarda i lavori prevede una spesa massima di 96000 euro e una detrazione del 50%, le cose però potrebbero cambiare in quanto tutto questo, è già frutto di varie proroghe, quindi si consiglia di effettuare questi lavori prima del 1 gennaio 2019.

Incentivi ristrutturazione per la prima casa, quello che c’è da sapere

Gli incentivi per la ristrutturazione della prima casa non sono però previsti per tutti gli interventi, infatti
di seguito riporteremo tutti quelli che si possono effettuare come ad esempio: L’installazione degli
ascensori, sostituzione di infissi interni ed esterni, miglioramento dei servizi igienici, scale di sicurezza,
modifica di materiali di costruzione, rifacimento di scale, interventi per il risparmio energetico e la cura
del verde, recinzione della propria abitazione e tanti altri.




Tra questi è stato possibile trovare anche la cura del verde, che prevede un Ecobonus per tutti coloro che effettueranno degli interventi di rifacimento esterni, giardini e per la cura dell’ambiente. Questo per incentivare i cittadini a prendersi cura del mondo in cui vivono, senza fargli pesare tutti gli interventi di ristrutturazione.

Incentivi ristrutturazione prima casa, si parla anche del Sisma bonus

Il Sisma bonus è un tipo di agevolazione che è stata prevista dalla legge e rimarrà in vigore fino al 31
dicembre 2021. Tutto questo per poter aiutare le persone colpite dal sisma o anche i cittadini che
vogliono mettere al sicuro la propria abitazione con interventi di messa in sicurezza.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%





Загрузка...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.